Cannes 2017: tutti i film delle sezioni collaterali e una première prestigiosa fuori competizione

Les jeux sont fait: il programma completo di Cannes è pronto, sezioni parallele comprese. Se in corsa per la Palma d'Oro anche quest'anno non c'è nessun film italiano, il nostro Paese è comunque presente alla kermesse,

, di

TUTTI GLI ULTIMI AGGIORNAMENTI DA CANNES 2017: NIENTE CORSA ALLA PALMA D’ORO, MA TANTA ITALIA IN CROISETTE

Dopo che, qualche settimana fa, è stata rivelata la lista di film in concorso per la Palma d’Oro al 70mo Festival del Cinema di Cannes (17-28 maggio 2017), nei giorni scorsi sono stati resi noti anche i titoli che verranno presentati nelle sezioni collaterali e indipendenti della kermesse, Un certain regard, Quinzaine des réalisateurs (18-28 maggio) e Semaine de la critique (18-26 maggio).
Se, per il secondo anno consecutivo, non c’è traccia dell’Italia nella corsa alla Palma d’Oro, il nostro Paese sarà comunque presente in Croisette: la madrina di questa edizione sarà l’attrice Monica Bellucci, Claudia Cardinale campeggia sui manifesti ufficiali del festival e vi sono 4 film italiani nelle sezioni collaterali. Si tratta di FORTUNATA, il sesto film diretto da Sergio Castellitto e terzo tratto da un romanzo della moglie, Margaret Mazzantini, DOPO LA GUERRA (Àpres la guerre) co-produzione italo-francese diretta da Annarita Zambrano, CUORI PURI dell’esordiente Roberto De Paolis e L’INTRUSA di Leonardo Di Costanzo (L’INTERVALLO, 2012).
Inoltre, il film SICILIAN GHOST STORY di Fabio Grassadonia e Antonio Piazza aprirà la 56ma Semaine de la critique: nel 2013, la coppia di registi ha vinto proprio il Grand Prix della Semaine e il premio come miglior rivelazione con il lungometraggio SALVO.
Nel frattempo, è stata anche rivelata la composizione della giuria della Selection Officielle presieduta da Pedro Almodóvar: insieme al regista spagnolo, l’onere e l’onore di assegnare la Palma d’Oro è stato affidato al regista italiano Paolo Sorrentino (LA GRANDE BELLEZZA, 2013), la regista tedesca Maren Ade (VI PRESENTO TONI ERDMANN, 2016), la regista e attrice francese Agnès Jaoui (IL GUSTO DEGLI ALTRI, 2000), l’interprete cinese Fan Bingbing, gli attori statunitensi Will Smith e Jessica Chastain, il regista sudcoreano Park Chan-Wook (THE HANDMAIDEN, 2016) e il compositore Gabriel Yared.

POLANSKI A SORPRESA, A CANNES 2017

Nelle ultime ore, infine, l’organizzazione del festival ha aggiunto alcuni film al programma generale: in particolare, oltre a inserire un altro titolo nella lista dei lungometraggi che partecipano alla competizione principale (THE SQUARE di Ruben Östlund, una co-produzione tra Svezia, Danimarca, Stati Uniti e Francia), è stata annunciata la partecipazione fuori concorso dell’ultimo lavoro di Roman Polanski, D’APRÈS UNE HISTOIRE VRAIE, co-sceneggiato dal regista con Oliver Assayas (PERSONAL SHOPPER, 2016) e interpretato, tra gli altri, da Eva Green, Emmanuelle Seigner e Vincent Perez.

UN CERTAIN REGARD 2017

BARBARA di Mathieu Amalric (Francia)
APRIL’S DAUGHTER (Las hijas de Abril) di Michel Franco (Messico)
BEAUTY AND THE DOGS (Aala Kaf Ifrit) di Kaouther Ben Hania (Tunisia, Francia, Svezia)
BEFORE WE VANISH (Sanpo suru shinryakusha) di Kiyoshi Kurosawa (Giappone)
CLOSENESS (Tesnota) di Kantemir Balagov (Russia)
THE DESERT BRIDE (La Novia del Desierto) di Cecilia Atan e Valeria Pivato (Argentina, Cile)
DIRECTIONS (Posoki) di Stephan Komandarev (Bulgaria, Germania)
DOPO LA GUERRA (Àpres la guerre) di Annarita Zambrano (Francia, Italia)
DREGS (Lerd) di Mohammad Rasoulof (Iran)
JEUNE FEMME di Léonor Serraille (Francia)
L’ATELIER di Laurent Cantet (Francia)
LA CORDILLERA di Santiago Mitre (Argentina, Francia, Spagna)
FORTUNATA di Sergio Castellitto (Italia)
THE NATURE OF TIME (En attendant les hirondelles) di Karim Moussaoui (Francia)
OUT di Gyorgy Kristof (Slovacchia, Francia, Ungheria, Repubblica Ceca)
WALKING PAST THE FUTURE di Li Ruijun (Cina)
WESTERN di Valeska Grisebach (Germania, Bulgaria, Austria)
WIND RIVER di Taylor Sheridan (Regno Unito, Canada, Stati Uniti)

QUINZAINE DES RÉALISATEURS 2017

La locandina ufficiale della sezione Quinzaine des rèalisateurs: si scorge un altro piccolo omaggio all’Italia

Lungometraggi (la lista dei cortometraggi in competizione è disponibile sul sito)
A CIAMBRA di Jonas Carpignano (Stati Uniti)
A FABRICA DE NADA di Pedro Pinho (Portogallo)
ALIVE IN FRANCE di Abel Ferrara (Stati Uniti)
L’AMANT D’UN JOUR di Philippe Garrel (Francia)
BUSHWICK di Cary Murnion e Jonathan Milott (Stati Uniti)
CUORI PURI di Roberto De Paolis (Italia)
THE FLORIDA PROJECT di Sean Baker (Stati Uniti)
FROST di Sharunas Bartas (Lituania, Francia, Ucraina, Polonia)
I AM NOT A WITCH di Rungano Nyoni (Regno Unito, Francia)
JEANNETTE, L’ENFANCE DE JEANNE D’ARC di Bruno Dumont (Francia)
L’INTRUSA di Leonardo Di Costanzo (Italia)
LA DEFENSA DEL DRAGÓN di Natalia Santa (Colombia)
MARLINA THE MURDERER IN FOUR ACTS (Marlina si pembunuh dalam empat babak) di Mouly Surya (Indonesia)
MOBILE HOMES di Vladimir de Fontenay (Canada, Francia)
NOTHINGWOOD di Sonia Kronlund (Francia, Germania)
ÔTEZ-MOI D’UN DOUTE di Carine Tardieu (Francia, Belgio)
PATTI CAKE$ di Geremy Jasper (Stati Uniti)
THE RIDER di Chloé Zhao (Stati Uniti)
UN BEAU SOLEIL INTÉRIEUR di Claire Denis (Francia)
WEST OF THE JORDAN RIVER (FIELD DIARY REVISITED) di Amos Gitai (Israele)

SEMAINE DE LA CRITIQUE 2017

La locandina ufficiale della 56ma Semaine de la critique

Lungometraggi (la lista dei cortometraggi in competizione e degli altri film presentati nella sezione è disponibile sul sito)
AVA di Léa Mysius (Francia)
LA FAMILIA di Gustavo Rondón Córdova (Venezuela)
GABRIEL E A MONTANHA di Fellipe Gamarano Barbosa (Brasile)
MAKALA di Emmanuel Gras (Francia)
OH LUCY! di Atsuko Hirayanagi (Stati Uniti, Giappone)
LOS PERROS di Marcela Said (Francia Cile)
TEHRAN TABOO di Ali Soozandeh (Austria, Germania)

CATEGORIE: Premi

Lascia un commento

jfb_p_buttontext