Cannes 2016: parteciperanno anche Virzì, Bellocchio e Giovannesi

Sono stati resi noti i titoli in concorso nelle sezioni collaterali de la Sémaine de la Critique e della Quinzaine des Réalisateurs, dove figurano anche i nuovi lavori dei tre autori italiani. Appuntamento a Cannes dall'11 al 22 maggio 2016.

, di

VIRZÌ, BELLOCCHIO E GIOVANNESI A CANNES 2016

Dopo aver reso noti i film in concorso alla Palma d’Oro nella sezione principale, negli ultimi giorni l’organizzazione del Festival di Cannes 2016 (11-22 maggio) ha diffuso l’elenco dei film in gara inclusi nelle sezioni collaterali Semaine de la Critique e Quinzaine des Réalisateurs. In quest’ultima, figurano ben tre film italiani: LA PAZZA GIOIA di Paolo Virzì, FIORE di Claudio Giovannesi e FAI BEI SOGNI di Marco Bellocchio.
Mentre George Miller sarà presidente di giuria della sezione principale, dopo aver vinto l’Orso d’Oro a Berlino 2016, l’italiano Gianfranco Rosi presiederà il gruppo de l’Œil d’or deputato ad eleggere il miglior documentario.

CANNES 2016: LA SEMAINE DE LA CRITIQUE

I titoli che concorreranno al Festival di Cannes 2016 nella sezione Semaine de la Critique, ribattezzata 50+5, dedicata alle opere prime e seconde di autori emergenti, formano un gruppo composto da 7 lungometraggi e 10 corti.
Fuori concorso, annoveriamo l’esordio alla regia dell’attrice Laetitia Casta con il lungometraggio EN MOI e quello di Chloë Sevigny con il corto KITTY.
La regista ed attrice francese Valérie Donzelli sarà presidente di giuria della sezione, mentre la star d’Oltreoceano Jessica Chastain ha prestato il suo volto per il manifesto ufficiale della sezione sul quale campeggia un frame tratto dal film TAKE SHELTER (2011) di Jeff Nichols che la vede protagonista.

Lungometraggi
ALBUM di Mehmet Can Mertoğlu (Turchia)
DIAMOND ISLAND di Davy Chou (Cambogia, Francia)
GRAVE di Julia Ducour­nau (Francia)
MIMOSAS di Oliver Laxe (Spagna)
SHAVUA VE YOM (One week and a day) di Asaph Polonsky (Israele)
TRAMONTANE di Vatche Boul­ghourjian (Libano)
A YELLOW BIRD di K. Raja­go­pal (Singa­pore)

Cortometraggi
ARNIE di Rina B. Tsou (Taiwan, Filippine)
ASCENSAO di Pedro Peralta (Portogallo)
CAMPO DE VIBORAS di Cris­tèle Alves Meira (Portogallo)
O DELIRIO E A REDENCAO DOS AFLITOS di Fellipe Fernandes (Brasile)
L’ENFANCE D’UN CHEF di Antoine de Bary (Francia)
LIMBO di Kons­tan­tina Kotza­mani (Grecia)
OH WHAT A WONDERFUL FEELING di François Jaros (Canada)
PRENJAK di Wregas Bhanu­teja (Indo­nesia)
LE SOLDAT VIERGE di Erwan Le Duc (Francia)
SUPERBIA di Luca Tóth (Ungheria)

CANNES 2016: QUINZAINE DES RÉALISATEURS

Tra i nomi in cartellone, la rassegna parallela Quinzaine des Realisateurs, indipendente dal Festival di Cannes e istituita al fine di diffondere a livello internazionale il lavoro di bravi autori, offre ben tre film italiani, sfoggiando anche Pablo Larraìn con NERUDA e Alejandro Jodorowsky con POESIA SIN FIN.

DIVINES di Houda Benyamina
L’ECONOMIE DU COUPLE di Joachim Lafosse
L’EFFET AQUATIQUE di Sólveig Anspach
LA PAZZA GIOIA di Paolo Virzì
FAI BEI SOGNI di Marco Bellocchio
FIORE di Claudio Giovannesi
LES VIES DE THERESE di Sébastien Lifshitz
MA VIE DE COURGETTE ci Claude Barras
MEAN DREAMS di Nathan Morlando
MERCENAIRE di Sacha Wolff
NERUDA di Pablo Larraín
POESIA SIN FIN di Alejandro Jodorowsky
RAMAN RAGHAV 2.0 di Anurag Kashyap
RISK di Laura Poitras
TOUR DE FRANCE di Rachid Djaïdani
TWO LOVERS AND A BEAR di Kim Nguyen
WOLF AND SHEEP di Shahrbanoo Sadat

Film di chiusura
DOG EAT DOG di Paul Schrader

[Nella foto: Jessica Chastain sul manifesto della Semaine de la Critique]

CATEGORIE: Premi

Lascia un commento

jfb_p_buttontext