Giuliano Montaldo compie 90 anni: 5 film e una serie tv da guardare in streaming

Attore, sceneggiatore e regista: Giuliano Montaldo è un pilastro del cinema italiano. Festeggiamo i suoi primi 90 anni, con 5 film e una serie tv da guardare in streaming.

Anniversari , di
Giuliano Montaldo compie 90 anni: 5 film e una serie tv da guardare in streaming

Una vita per il cinema: i primi 90 anni di Giuliano Montaldo

Giuliano Montaldo compie 90 anni. Il regista, sceneggiatore e attore nato a Genova il 22 febbraio 1930 festeggia un importante compleanno e, nel 2021, celebrerà ufficialmente i suoi 70 anni di carriera nel mondo del cinema.
Era il 1951, infatti, quando, nei cinema italiani, usciva il film ACHTUNG! BANDITI! di Carlo Lizzani. Il regista romano, di cui sarebbe diventato intimo amico, era a Genova per girare un film sulla Resistenza partigiana e scelse di far entrare nel cast il giovanissimo Montaldo dopo averlo visto recitare in un piccolo teatro della città. In quel momento fatidico, Montaldo entrò ufficialmente nel mondo del cinema, per lasciare un segno indelebile.

La filmografia di Montaldo e gli incontri più significativi della sua carriera

giuliano montaldo pierfrancesco favino set l'industriale

Montaldo e Pierfrancesco Favino sul set de ‘L’industriale’ (2011).

Giuliano Montaldo è un pilastro del cinema italiano. Dopo il complicato esordio alla regia con TIRO AL PICCIONE (1961), ha attraversato il Secondo Dopoguerra da protagonista, un po’ come attore, ma, soprattutto, come regista e narratore.
I migliori film di Montaldo, come SACCO E VANZETTI (1971) e L’AGNESE VA A MORIRE (1976), sono ritratti umani e appassionati di persone, ancor prima che di personaggi.
Nel corso della sua carriera, Montaldo ha collaborato con grandi professionisti, come Gillo Pontecorvo, Carlo Di Palma, Elio Petri, Ennio Morricone e Vittorio Storaro, e ha diretto attori famosi, italiani e internazionali. Non solo Gian Maria Volonté, tra i volti più significativi del suo cinema, che, oltre a interpretare Bartolomeo Vanzetti, fu protagonista anche di GIORDANO BRUNO (1973). Ma anche Nino Manfredi, Janet Leigh, Giancarlo Giannini, Franco Nero, Renato Salvatori, Peter Falk, Pierfrancesco Favino, Gena Rowlands, Nicolas Cage, Philippe Noiret, Rupert Everett, F. Murray Abraham.

Montaldo e le sue grandi passioni: Vera, il cinema, il teatro

giuliano montaldo nino manfredi fine riprese film il giocattolo troupe festeggiamenti

Montaldo, Nino Manfredi e la troupe al termine delle riprese del film ‘Il giocattolo’ (1979).

Tra gli incontri più significativi della vita di Montaldo, però, c’è quello con la moglie Vera Pescarolo, compagna e collaboratrice di Montaldo e, a sua volta, attrice e figlia d’arte (la madre era Vera Vergani, celebre interprete di teatro e cinema degli anni Dieci e Venti), figlia del produttore cinematografico Leo Pescarolo.
Montaldo ha sperimentato la tv, con fiction di portata mondiale e spot pubblicitari famosi. Qualcuno ricorda la staccionata dell’Olio Cuore saltata da Nino Castelnuovo o David Niven e il Campari Soda?
Ha assecondato la sua grande passione per l’opera, dirigendo con successo, anche per la televisione, diversi allestimenti operistici. Ha diretto importanti rassegne cinematografiche e ha guidato la giuria di Venezia Classici. È stato direttore di Rai Cinema e presidente del Premio David di Donatello.
Ma, soprattutto, ha vissuto (e vive!) appassionatamente per il cinema.

I migliori film di Giuliano Montaldo regista: 3 film da guardare in streaming

riccardo cucciolla giuliano montaldo nicola vanzetti sedia elettrica

Riccardo Cucciolla e Montaldo sul set di ‘Sacco e Vanzetti’ (1971).

La filmografia di Giuliano Montaldo come regista cinematografico annovera un pugno di film (per ora, solo 14), con toni tra il popolare e l’autorialità.
C’è un tema di fondo che attraversa i migliori film di Montaldo: la resistenza, intesa come atteggiamento di opposizione a una situazione giudicata semplicemente ingiusta.
Vi proponiamo 3 film diretti da Montaldo da vedere in streaming legale. Il primo appartiene al filone più commerciale della sua carriera. Gli altri due sono lampanti esempi del suo concetto di resistenza.

  • Gli intoccabili
    7.1/10 8 voti
    Leggi la scheda

    “Gli intoccabili” (1969)

    Attori principali: John Cassavetes, Gena Rowlands, Peter Falk, Britt Ekland, Gabriele Ferzetti, Florinda Bolkan.
    Due parole di Giuliano Montaldo sul film: “Il rapporto con Cassavetes fu problematico. Io avevo visto i suoi primi film, OMBRE e VOLTI, e lo ammiravo moltissimo. Mi aspettavo di incontrare un collega, un eroe del cinema indipendente; vidi arrivare sul set una star di Hollywood con tutte le bizze e le pretese del caso. Capii ben presto che John recitava in film ‘commerciali’ esclusivamente per guadagnare denaro da investire, poi, nei ‘suoi’ film. (…) Sul nostro set, la prima settimana fu un continuo guatarsi, poi il venerdì mi fece veramente incazzare: faceva finta di sbagliare per provocarmi. (…) L’ho spintonato, l’ho un po’ sbatacchiato. Sparì nella sua roulotte. Io giocai pesante: andai dal produttore e dissi che volevo cambiarlo: o mi chiedeva scusa, o lo cacciavo. Sapevo che era impossibile: il film stava in piedi grazie alla sua partecipazione. (…) Il lunedì si consumò la sfida: io rimisi la macchina da presa nella stessa posizione del venerdì sera; lui bofonchiò qualcosa che tutto era, tranne che una scusa, e si richiuse nella roulotte. Lo affrontai: bussai alla roulotte, gli dissi: ‘va bene, ora sono io che me ne vado’. Lui zompò dalla roulotte, mi abbracciò e da lì credo che siamo diventati amici, o almeno si comportava come tale. Era stato un braccio di ferro, un gioco di potere, ancora una volta. Lui era autorevole e autoritario, pieno di passioni. Poi, negli USA, ci aiutò a risolvere tutti i problemi sindacali con le Unions, mi invitò a casa sua… ma l’ultima inquadratura del film non me la fece!”.
    “Dove posso vedere il film?” Amazon Prime Video (abbonamento).

  • Dio è con noi
    8.0/10 3 voti
    Leggi la scheda

    “Dio è con noi” (1970)

    Attori principali: Franco Nero, Bud Spencer.
    Due parole di Giuliano Montaldo sul film: DIO È CON NOI nasce dall’amicizia con Andrea Barbato [ndA: il famoso giornalista scomparso nel 1996]. Un giorno mi segnalò una notizia che, nella mia testa, si trasformò immediatamente in un film. (…) DIO È CON NOI racconta questa storia, assolutamente vera, è un film durissimo. (…) Il film ebbe premi, fece una sua carriera. Non fu molto amato dai canadesi. Raccontava una piega della storia diversa dalla storia ufficiale. Sì, era un modo di trovare vittime anche dove non ce ne dovrebbero essere.
    “Dove posso vedere il film?” Amazon Prime Video (abbonamento).

  • Sacco e Vanzetti
    8.1/10 112 voti
    Leggi la scheda

    “Sacco e Vanzetti” (1971)

    Attori principali: Gian Maria Volonté, Riccardo Cucciolla.
    Due parole di Giuliano Montaldo sul film: “[L’idea di fare un film sui due anarchici ingiustamente condannati a morte nell’America degli anni Venti] Nacque a Genova. Negli anni Sessanta, mi trovavo nella mia città per fare visita ai miei genitori e vidi che in un teatro nel pieno della zona operaia andava in scena un dramma sulla storia di Sacco e Vanzetti. (…) Andai a vedere lo spettacolo e mi resi conto, con vergogna, che non sapevo quasi nulla di quei due uomini: per me erano solo due nomi. Volli saperne di più. Ne parlai con Fabrizio Onofri, facemmo delle ricerche assieme, scrivemmo una sceneggiatura. Cominciò la trafila dei produttori, che invariabilmente rispondevano picche. Uno addirittura ci chiese (scherzando? Mah…) se Sacco & Vanzetti era una ditta di import-export. L’incontro decisivo fu quello con Arrigo Colombo (…): a sentire quei due nomi, quasi gli vennero le lacrime agli occhi. Mi raccontò che nel 1938 era dovuto fuggire dall’Italia, in quanto ebreo, e si era rifugiato in America, dove aveva imparato l’inglese le lettere che Bartolomeo Vanzetti scriveva al comitato di difesa. Riuscimmo a fare il film grazie a lui”.
    “Dove posso vedere il film?” RaiPlay (gratis).

Giuliano Montaldo in televisione: la fiction Rai che ha rivoluzionato la tv

leonard nimoy marco polo cinese

Leonard Nimoy (il mitico Spock di Star Trek) in ‘Marco Polo’.

Lo sceneggiato televisivo MARCO POLO, andata in onda sulla Rai fra il 1982 e il 1983, è la prima co-produzione della storia della tv fra una emittente occidentale e una cinese.
La miniserie di ambientazione storica in 8 episodi venne prodotta da Italia (Rai e Vides International, ex Cristaldi Film), Stati Uniti (American Film Company, con finanziamenti della NBC), Giappone (TBS) e Cina (CCAA) e venne trasmessa in più di 40 Paesi. La famosa fiction Rai MARCO POLO fu un vero evento televisivo, un kolossal sul piccolo schermo come, fino ad allora, non ne erano mai stati concepiti.

  • Marco Polo
    8.0/10 1 voti
    Leggi la scheda

    “Marco Polo” (1982-1983)

    Attori principali: Ken Marshall, Denholm Elliott, Tony Vogel, F. Murray Abraham, Mario Adorf, Leonard Nimoy, Ian McShane.
    Due parole di Giuliano Montaldo sulla fiction: ” Fu una lavorazione emozionante. Fummo i primi a piazzare la macchina da presa nella Città Proibita, qualche anno prima di Bertolucci per L’ULTIMO IMPERATORE. (…) Murray non era ancora un divo quando lo scegliemmo per il ruolo di Jacopo nel MARCO POLO. Non sai quindi con quale gioia, qualche anno dopo, lo vidi prendere l’Oscar per AMADEUS. Lo trovammo in un teatrino a New York, nella zona della Battery, bassifondi o giù di lì: c’erano cinque persone in sala, e lui in scena. (…) Masticava già l’italiano, poi lo imparò benissimo: ha un grande talento linguistico. Fu una scoperta: un attore generoso e simpaticissimo”.
    “Dove posso vedere questa serie tv?” RaiPlay (gratis).

I migliori film di Giuliano Montaldo attore: un paio di film da vedere in streaming

andrea carpenzano giuliano montaldo sorriso set film tutto quello che vuoi

Andrea Carpenzano e Giuliano Montaldo in ‘Tutto quello che vuoi’ (2017)

Giuliano Montaldo ha esordito nel cinema come attore. Pur dedicandosi prevalentemente a sceneggiatura e regia, spesso è stato “attore fra gli attori”, come lo definisce Alberto Crespi nel bel libro-intervista Dal Polo all’equatore (Marsilio, 2005).
Ancora adolescente, Montaldo è stato attivo protagonista, sopra e dietro il palco, di una filodrammatica genovese. Benché non si sia mai reputato un buon attore, ha recitato in diversi film, diretto da registi famosi, come Nanni Moretti (IL CAIMANO, 2006), Francesco Maselli (GLI SBANDATI, 1955; LA DONNA DEL GIORNO, 1957), Margarethe Von Trotta (IL LUNGO SILENZIO, 1993), Elio Petri (L’ASSASSINO, 1961) e, ovviamente, Lizzani (AI MARGINI DELLA METROPOLI, 1953; CRONACHE DI POVERI AMANTI, 1954).
Probabilmente, però, la sua interpretazione più significativa è anche la più recente, quella, intensa, elegante e toccante dell’anziano Giorgio nel film TUTTO QUELLO CHE VUOI (2017) di Francesco Bruni, che gli è valsa la vittoria di un David di Donatello e una nomination ai Nastri d’Argento come attore non protagonista.

  • Achtung! Banditi!
    6.8/10 15 voti
    Leggi la scheda

    “Achtung! Banditi!” (1951)

    Regia: Carlo Lizzani.
    Attori principali: Gina Lollobrigida, Carlo Checchi, Vittorio Duse, Lamberto Maggiorani, Giuliano Montaldo.
    Due parole di Giuliano Montaldo sul film: “Fu il mio primo incontro con la macchina da presa. Ero ipnotizzato da Lizzani, dalla sua pazienza e dalla dolcezza con cui faceva lavorare quel manipolo di cani di cui anch’io facevo parte. Avrei dovuto recitare, o almeno provarci, invece stavo sempre alle costole dei tecnici facendo un sacco di domande. Volevo imparare tutto. Divenni molto amico di Gianni Di Venanzo, un genio assoluto, che era al primo film come direttore della fotografia. (…) Fu veramente una lavorazione spartana. Non avevamo nemmeno le armi finte. (…) Tutti i fucili che vedi nei film sono completamente di legno. Il problema è che alcuni attori non sentendo i botti e pensando forse di giocare ai cowboy, facevano ‘bang bang’ con la bocca. E Lizzani doveva spiegare che i colpi sarebbero stati aggiunti al doppiaggio…”.
    “Dove posso vedere il film?” Amazon Prime Video (abbonamento).

  • Tutto quello che vuoi
    7.2/10 83 voti
    Leggi la scheda

    “Tutto quello che vuoi” (2017)

    Regia: Francesco Bruni.
    Attori principali: Andrea Carpenzano, Giuliano Montaldo.
    Due parole di Giuliano Montaldo sul film: [Ricevendo il David di Donatello 2018 come miglior attore non protagonista] “Io ho cominciato 68 anni fa a fare il cinema. Attore, con Lizzani. Sono passati 68 anni e, finalmente, come attore, [il David] è arrivato. Se avessi preso subito quello lì, invece di fare la vita faticosa del regista, avrei fatto la vita noiosissima dell’attore. (…) Comunque, devo dire grazie di cuore a una persona: si chiama Francesco Bruni. Ti voglio bene! Grazie!”
    “Dove posso vedere il film?” Netflix (abbonamento).

Le citazioni virgolettate di Montaldo sono tratte dal libro “Dal Polo all’equatore. I film e le avventure di Giuliano Montaldo” di Alberto Crespi (ed. Marsilio, 2005). Il discorso di ringraziamento ai David 2018 è reperibile su YouTube.
I contenuti in streaming video che vi segnaliamo sono fruibili perlopiù gratis (anche grazie ai periodi di prova offerti dai vari servizi streaming in abbonamento disponibili in Italia).
Abbiamo scelto e comunichiamo in maniera indipendente prodotti e servizi.

[Nella foto: Giuliano Montaldo in un fotogramma del documentario QUATTRO VOLTE VENT’ANNI (2012)].

Lascia un commento

jfb_p_buttontext