Addio ad Andrzej Żuławski, potente visionario

È scomparso, portato via da un cancro, Andrzej Żuławski, controverso e visionario regista polacco. Vincitore a Locarno nel 2015 con "Cosmos", ha diretto in alcune delle loro migliori interpretazioni Sophie Marceau, Romy Schneider e Isabelle Adjani.

, di

ADDIO AD ANDRZEJ ŻUŁAWSKI

È appena stata diffusa la notizia della scomparsa di Andrzej Żuławski, cineasta polacco nato a Leopoli nel novembre 1940, cresciuto artisticamente tra Parigi, Praga e Varsavia. L’artista era ammalato di cancro. Uno dei segni distintivi del suo cinema è la potente visionarietà: lavori come l’allucinato POSSESSION (1981), interpretato da un’indimenticabile e “coraggiosa” Isabelle Adjani, e SUL GLOBO D’ARGENTO (Na srebrnym globie, 1988) hanno colpito, turbato e profondamente diviso la critica internazionale.
Dopo il successo del suo film d’esordio, LA TERZA PARTE DELLA NOTTE (Trzecia część nocy, 1971), il governo polacco censurò il suo secondo lungometraggio, IL DIAVOLO (Diabel, 1972), inducendo Żuławski a trasferirsi per lungo tempo in Francia: qui, il regista realizzò alcuni dei suoi film più noti, come l’intenso ma angosciante L’IMPORTANTE È AMARE (L’important c’est d’aimer, 1975), con Fabio Testi, Jacques Dutronc e Romy Schneider che, per questa interpretazione, tra le migliori della sua carriera, vinse un César, e AMOUR BRAQUE – AMORE BALORDO (L’amour braque, 1985), curioso adattamento in chiave noir de L’idiota di Dostojevskij, in cui diresse per la prima volta Sophie Marceau. L’attrice francese, ben più giovane di Żuławski, divenne sua musa e compagna, accompagnandolo professionalmente e nella vita privata per oltre 17 anni e dandogli un figlio, Vincent.
Dopo una sola significativa esperienza precedente al di qua della macchina da presa (LA TRISTEZZA E LA BELLEZZA, 1985), nel 2003, Żuławski ha partecipato nelle vesti di attore alla miniserie televisiva LES LIASONS DANGEREUSES, al fianco di Catherine Deneuve e Nastassja Kinski.
Il suo ultimo film, COSMOS (2015), realizzato a quindici anni di distanza dal suo precedente lavoro, LA FIDÉLITÉ (2000), è stato premiato al Festival di Locarno dell’anno scorso per la Miglior Regia.

ANDRZEJ ŻUŁAWSKI: LA FILMOGRAFIA

Ripercorriamo la carriera cinematografica di Andrzej Żuławski attraverso le schede-film di Nientepopcorn.it dedicate ai lungometraggi scritti e diretti:

[Nella foto, Romy Schneider e Żuławski sul set del film L’IMPORTANTE È AMARE]

CATEGORIE: Addio

2 commenti

  1. TraianosLive / 17 febbraio 2016

    Quello che è riuscito a tirar fuori da Isabelle Adjani in “Possession” è qualcosa di superbo. La scena della metropolitana ce l’ho ancora chiarissima in testa e l’ho vista una volta sola.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext