“20,000 Days on Earth” in Italia a dicembre.

Il documentario di cui è protagonista Nick Cave sarà distribuito nei cinema italiani tra qualche mese: un progetto originale ed ambizioso dedicato ad un grande artista. Vi mostriamo il trailer ed una clip del film.

, di

VITA E OPERE DI NICK CAVE

20,000 DAYS ON EARTH (2013), il film dedicato alla vita e alle opere di Nick Cave, ha trovato una distribuzione anche in Italia ed arriverà nei nostri cinema il 2 e il 3 dicembre 2014 grazie a Feltrinelli Real Cinema.
I ventimila giorni del titolo sono quelli a cui ammontava  la vita di Nick Cave al momento della realizzazione del film.

UN DOCUMENTARIO BIOGRAFICO MOLTO PARTICOLARE

20,000 DAYS ON EARTH riassume la storia professionale di Nick Cave, ne racconta alcune giornate, ne sviscera punti di vista, timori, desideri: è un documentario atipico in cui, a tratti, la realtà e le note biografiche di Cave sembrano mescolarsi all’immaginazione.

LA COLLABORAZIONE CON FORSYTH E POLLARD

Il film, presentato alla scorsa Berlinale ed al Sundance Festival, è diretto dalla coppia di registi britannici Iain Forsyth e Jane Pollard, apprezzati visual artist che hanno collaborato con altri musicisti, tra cui The Veils e i Tindersticks.
Il sodalizio tra i due e Nick Cave inizia nel 2008, quando Forsyth e la Pollard dirigono il videoclip del brano Dig! Lazarus Dig!!! e, nel 2009, curano l’edizione inglese dell’audiobook del romanzo LA MORTE DI BUNNY MUNRO.

NICK CAVE L’ECLETTICO

Australiano, nato nel 1957 a Warracknabeal, Nick Cave è un artista eclettico: compositore, scrittore, attore (lo ricordiamo ne IL CIELO SOPRA BERLINO, 1987, di Wim Wenders, dove interpreta sé stesso) e sceneggiatore (il suo ultimo lavoro è LAWLESS, 2012, di John Hillcoat, regista per il quale ha curato diverse colonne sonore), ha attraversato alcune fasi cruciali della storia della musica internazionale, esordendo ufficialmente in Europa, nei primi anni Ottanta, con i Birthday Party, una band post punk nota per le esibizioni live, contraddistinte proprio dalle sue performance estreme.

LA CARRIERA CON E SENZA THE BAD SEEDS

La notorietà è giunta successivamente, con la costituzione del gruppo Nick Cave and The Bad Seeds, il cui primo lp, From Her to Eternity, uscì nel 1984.
Alternando progetti solisti a proficue collaborazioni con i Bad Seeds, Cave si è sempre contraddistinto per il tono cupo, doloroso, violento ma affascinante ed innegabilmente romantico delle sue composizioni, permeate da un soggiacente senso di finitezza, presago di imminenti ed inevitabili lutti.
Contaminando più generi, dal blues al folk, fino alla new wave, Nick Cave ha creato uno stile unico che trova nei testi gotici e romantici e nella sua voce profonda, assolutamente caratteristica ed immediatamente riconoscibile, alcuni dei suoi punti di forza.

GLI OSPITI D’ONORE DI 20,000 Days…

Nel film, compaiono alcune persone che hanno segnato significativamente la vita e la carriera di Nick Cave, dalla moglie Susie Bick, al musicista tedesco Blixa Bargeld, chitarrista e voce dei Bad Seeds fino al 2003, al fidato Warren Ellis, a Kylie Minogue, la cantante australiana che con Cave incise Where The Wild Roses Grow, uno dei brani più noti ed amati di Murder Ballads, il disco che nel ’96 confermò la fama mondiale dell’artista.

IL TRAILER ED UNA CLIP DEL FILM

Nell’attesa che 20,000 DAYS ON EARTH esordisca nei cinema italiani, vi mostriamo il trailer del film:

e la prima clip ufficiale del film, distribuita nei mesi scorsi:

[fonti: Rolling Stone – aprile 2014; sito italiano ufficiale di Nick Cave]

Lascia un commento

jfb_p_buttontext