iaia302

Aladdin
Fenomenali poteri cosmici... in un minuscolo spazio vitale!!!
Gigi Proietti - Genio della lampada
Chi pecora si fa il lupo se la beeeeeve... e va beeene che beeeeestia... però niente più extra, né?
Gigi Proietti - Genio della lampada
Chi ha incastrato Roger Rabbit
Io non sono cattiva, è che mi disegnano così
Jessica Rabbit
Cars - Motori ruggenti
Luigi segue solo le Ferrari
Marco della Noce - Luigi
Elegante come una berlina, scattante come un go-kart!
Massimiliano Manfredi - Saetta McQueen
Ratatouille
Per molti versi la professione del critico è facile: rischiamo molto poco pur approfittando del grande potere che abbiamo su coloro che sottopongono il proprio lavoro al nostro giudizio. Prosperiamo grazie alle recensioni negative che sono uno spasso da scrivere e da leggere. Ma la triste realtà a cui ci dobbiamo rassegnare è che nel grande disegno delle cose, anche l'opera più mediocre ha molta più anima del nostro giudizio che la definisce tale. Ma ci sono occasioni in cui un critico qualcosa rischia davvero. Ad esempio, nello scoprire e difendere il nuovo. Il mondo è spesso avverso ai nuovi talenti e alle nuove creazioni: al nuovo servono sostenitori! Ieri sera mi sono imbattuto in qualcosa di nuovo, un pasto straordinario di provenienza assolutamente imprevedibile. Affermare che sia la cucina, sia il suo artefice abbiano messo in crisi le mie convinzioni sull'alta cucina, è a dir poco riduttivo: hanno scosso le fondamenta stesse del mio essere! In passato non ho fatto mistero del mio sdegno per il famoso motto dello chef Gusteau "Chiunque può cucinare!", ma ora, soltanto ora, comprendo appieno ciò che egli intendesse dire: non tutti possono diventare dei grandi artisti, ma un grande artista può celarsi in chiunque. È difficile immaginare origini più umili di quelle del genio che ora guida il ristorante Gusteau's e che secondo l'opinione di chi scrive, è niente di meno che il miglior chef di tutta la Francia! Tornerò presto al ristorante Gusteau's, di cui non sarò mai sazio
Anton Ego
Amarcord
Vagano, vagano. Girolanz... Gironzano... Gironzalon... Vagano, vagano, vagano!
Aristide Caporale - Giudizio
Asterix e le 12 fatiche
Bruto! Smettila di giocare con quel coltello, finirai per ferire qualcuno!
Giulio Cesare
Asterix e Cleopatra
Autoaffondiamoci! Il risultato sarà lo stesso ed eviteremo gli sganassoni.
Capo dei pirati
La Bella e la Bestia
Ma chère, mademoiselle. È con il più grande onore e grandissimo piacere che le diamo il benvenuto! E ora la invitiamo a rilassarsi, a mettersi comoda, mentre la sala da pranzo con orgoglio le presenta... la cena!
Lumière
Nuovo Cinema Paradiso
Ora che ho perso la vista ci vedo di più
Philippe Noiret - Alfredo
Il progresso! Sempre tardi arriva.
Philippe Noiret - Alfredo
Le follie dell'imperatore
Che fai, tocchi? Non si tocca!
Luca Bizzarri - Kuzco
Pacha: Allora, ci sei? Kuzco: No, sono al bar!
Luca Bizzarri - Kuzco e Adalberto Maria Merli - Pacha
Robin Hood
Quell'avido, cupido, pavido, stupido, zotico, lepido, stolido, trepido, ladro, rapace ed incapace d'un re fasullo d'Inghilterra! Yeah!
Little John
Non ci resta che piangere
Chi siete? [...] Cosa portate? [...] Sì, ma quanti siete? [...] Un fiorino!
Doganiere
Tre uomini e una gamba
Vaffanculo! Vaffanculooo! Vi, a, effe, effe, ncuuulooo! Tu, il tuo negozio, la tua villa di merda, mi fai schifo, strooonzo!!! ........... Era occupato.
Aldo
Il piccolo Diavolo
Modello numero 4: Giuditta!
Roberto Benigni - Giuditta