2016

Zoolander 2

/ 20165.5108 voti
Zoolander 2
Zoolander 2

Derek Zoolander e Hansen, i supermodelli belli belli belli in modo assurdo, vengono ormai considerati troppo vecchi per le passerelle internazionali. Un drammatico incidente, poi, ha coinvolto Derek e la sua famiglia: rimasto solo con il figlio Derek Jr., Zoolander non viene ritenuto capace di badare al ragazzo e, privato della patria potestà, si ritira a vivere sui monti del New Jersey come un granchio eremita. Anche Hansen si è allontanato da lui. Ma i due vengono riuniti per partecipare ad una nuova sfilata, senza sapere di essere stati coinvolti in un intrigo internazionale che sta mietendo le sue vittime tra le star della musica pop.
Stefania ha scritto questa trama

Titolo Originale: Zoolander 2
Attori principali: Ben Stiller, Owen Wilson, Will Ferrell, Penélope Cruz, Kristen Wiig, Fred Armisen, Kyle Mooney, Milla Jovovich, Christine Taylor, Justin Theroux, Nathan Lee Graham, Cyrus Arnold, Billy Zane, Jon Daly, Sting, Benedict Cumberbatch, Beck Bennett, Jerry Stiller, Olivia Munn, Kanye West, Justin Bieber, Mădălina Diana Ghenea, Kim Kardashian, Ariana Grande, Lenny Kravitz, Demi Lovato, Kiefer Sutherland, Katy Perry, John Malkovich, Joe Jonas
Regia: Ben Stiller
Sceneggiatura/Autore: Justin Theroux, Ben Stiller, John Hamburg, Nicholas Stoller
Colonna sonora: Theodore Shapiro
Produttore: Scott Rudin, Stuart Cornfeld, Ben Stiller, Jeff Mann, Clayton Townsend
Produzione: Italia, Usa
Genere: Commedia
Durata: 100 minuti

Ci hai provato, Ben…. / 7 gennaio 2017 in Zoolander 2

Stiller ci riprova, ma la ricetta non cambia e si intoppa nel già visto. Perde smalto, e molto, rispetto al primo. Se fosse stato questo qui il primo Zoolander sarebbe stato fico, ma purtroppo non lo è. Le mie aspettative mi hanno fregato, carino ma non bello. 5.

Come non fare un seguito / 12 ottobre 2016 in Zoolander 2

Esattamente 15 anni dopo il primo film, Derek Zoolander e Hansel McDonald si sono ritirati dalle scene. Improvvisamente vengono invitati ad una sfilata di moda a Roma. Nello stesso periodo, diverse star vengono uccise da un killer misterioso. Tutto qua. Se Zoolander 1 faceva ridere perché era una vera e propria presa di giro al mondo della moda, Zoolander... continua a leggere » 2 fa piangere perché è il classico seguito poco ispirato che non fa quasi mai ridere, punta solo sulla fama dei personaggi e non offre nulla di nuovo. Nel cast ritroviamo i principali protagonisti del primo, qualche new entry importante, come Penelope Cruz, Kristen Wiig e Benedict Cumberbatch, ma più che altro fa impressione la lisa delle celebrità che fanno dei cameo: da Sting a Justin Bieber, da John Malkovich a Kiefer Sutherland, da Lewis Hamilton a Skrillex, da Katy Perry a Macaulay Culkin la lista è praticamente infinita, forse quasi più interessante del film in sé. Un'occasione buttata per la coppia Wilson/Stiller.

Insopportabile / 19 luglio 2016 in Zoolander 2

Nonostante il profluvio di mezzi economici spesi (non oso pensare quanto sia costata la trasferta romana del set) e la presenza di numerosi volti noti, Zoolander 2 non mi ha convinta, divertendomi molto molto poco: in particolare ho trovato il film desolante nell'uso pedissequo della riproposizione. Schemi e battute (e perfino brani musicali)... continua a leggere » del primo film sono stati riciclati in maniera indiscriminata, solo perché avevano funzionato (benissimo) in precedenza.

Per il resto, il film è sconclusionato e annacquato quanto uno Scary Movie, con pochissime trovate comiche, composto perlopiù da siparietti insipidi creati solo per inanellare camei gratuiti (in termini narrativi) di star internazionali: il paradosso è che, così concepito e realizzato, questo sequel sembra solo una insopportabile parodia della pellicola del 2001.
Tra l'altro, ho trovato che Kristen Wiig sia, qui, assolutamente sprecata e non solo per via del trucco che la rende irriconoscibile. Avrei davvero voluto vedere una efficace interazione tra lei, che trovo sempre misuratamente divertente, e Stiller: invece... bah.

Ironia vuole che, personalmente, abbia trovato più azzeccata e riuscita la campagna promozionale del film, con Zoolander e Hansen in giro per le vere sfilate di mezzo mondo e con una serie di set fotografici realizzati in maniera accuratissima che prendevano in giro lo stile di note campagne pubblicitarie.

Per me è no! / 23 maggio 2016 in Zoolander 2

Troppo poco Zoolander e troppo Austin Powers.
Quando però si cerca di diventare qualcosa che non si è...si rischia di generare il cagatone, come in questo caso.
Non fraintendetemi: Zoolander (primo capitolo) non era di certo un capolavoro, ma con la sua leggerezza e la sua comicità (parecchio) sopra le righe, riusciva in qualche modo a distaccarsi da... continua a leggere » certa commedia spicciola e a dire la sua nel panorama del ridicolo.
Poi però ha esagerato..un po' s'è trascinato le idee del primo, volendo però ridicolizzare anche degli stereotipi del cinema di genere che però, forse perché ci è finito dentro senza accorgersene, li ha fatti propri finendo lui vittima di quelli e non il contrario come probabilmente si erano imposti.
Ben Stiller, Owen Wilson...la solita combriccola, le solite gag, la novità è perduta e ciao a tutti.
Anche la politically correct trovata di fargli avere un figlio grasso super-modello (ma che è però anche super-intelligente!) non sembra ridicola come dovrebbe, ma ridicola nel voler sembrare buonista.

Consigliato a: Film evitabile. Se avete visto il primo vedete pure questo sequel, tanto per capire cos'è che non dovreste fare se vi ritrovate in una situazione simile.

la demenza a volte è apprezzata / 4 marzo 2016 in Zoolander 2

Ben Stiller e Owen Wilson si riconfermano dopo il primo capitolo ancora all'altezza di un ruolo che, secondo la mia opinione, non poteva che essere interpretato da loro. Penelope Cruz dà quel tocco di gran femminilità che in un film demenziale come questo fa molto ma molto piacere. La partecipazione di Justin Bieber, anche se non troppo rilevante... continua a leggere » (sappiamo tutti che fine fa nel film), ha reso nel film una particolare e sottile ironia che probabilmente ha fatto ridere molti, altri no. Sicuramente è un film che consiglio di vedere con amici e perché no anche con la vostra ragazza/o per perdere un pò di tempo e far qualche risata