Recensione su X-Men - L'inizio

/ 20117.1565 voti

Fantastico / 16 Aprile 2017 in X-Men - L'inizio

Prequel (meglio dire reboot onestamente) dei tre film degli X-Men e debutto col botto, non c’è che dire. Si parte proprio dall’inizio, negli anni ’40, col professor Xavier bambino che è conscio dei suoi poteri che incontra Mystica. Nel frattempo, rinchiuso in un campo di concentramento, e straziato dal dolore per la separazione e l’uccisione della madre, un certo Magneto scopre il suo potere. Passano alcuni anni e siamo nei primi anni ’60: sullo sfondo di una guerra tra USA e URSS sempre più probabile, i mutanti guidati da Xavier e Magneto, uniti tramite la CIA, ma mossi da ideali diversi, si trovano a combattere contro Sebastian Shaw (interpretato da Kevin Bacon), altro mutante che vuole la guerra per la supremazia di quella razza. Film estremamente interessante e ben realizzato, fa capire come è cominciato il tutto e come Xavier e Magneto oltretutto siano diventati i più acerrimi nemici, nonostante inizialmente, pur avendo appunto modi di vedere e motivazioni diverse, fossero veri amici. Un film anche toccante, in certi punti, oltre che mai noioso e ricco d’azione. Il nuovo cast rende alla grande, soprattutto Fassbender nel ruolo di Magneto ruba veramente la scena, e non fa neanche rimpiangere che un certo Hugh Jackman (ovviamente ancora Wolverine) abbia un’unica (ma fortissima) scena. Il film sarà seguito da Giorni di un Futuro Passato, a mio parere ancora migliore.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext