X-Men: Dark Phoenix

/ 20195.789 voti
X-Men: Dark Phoenix

I poteri di Jean Grey sono ormai incontrollabili e la mutante si è trasformata nella pericolosissima Dark Phoenix. Gli X-Men devono decidere se mettere fine alla vita di una loro compagna o salvare il mondo intero da una grande minaccia.
Questo film fa parte dell''Universo Marvel'! Vuoi saperne di più?
Stefania ha scritto questa trama

Titolo Originale: Dark Phoenix
Attori principali: Sophie TurnerSophie TurnerJames McAvoyJames McAvoyNicholas HoultNicholas HoultTye SheridanTye SheridanMichael FassbenderMichael FassbenderAlexandra Shipp, Evan Peters, Jessica Chastain, Kodi Smit-McPhee, Jennifer Lawrence, Scott Shepherd, Ato Essandoh, Brian d'Arcy James, Halston Sage, Lamar Johnson, Summer Fontana, Hannah Anderson, Josh McLaglen, Todd Hallowell, Julianne Jain, Michael Kives, Karen Ivany, Lynne Adams, Alex Gravenstein, Daniel Rindress-Kay, Raphael Grosz-Harvey, Orphée Ladouceur, Richard Dagenais, Dan Duran, Isabel Farias Lehoux, Gryffin Hanvelt, Emilio La Torre, Julian Bailey, André Bédard, Michael Lipka, Robert Montcalm, Sebastian MacLean, Vanessa Jackson, David Patrick Green, Sean Dennis, Eloi Archambaudoin, Yanek Gadzala, Aphra Williams, Maurizio Terrazzano, Simon Alain, Sébastien Bolduc, Chris Claremont, Matt Keyes, Suzanna Lenir, Amir Sám Nakhjavani, Donny Falsetti, Brady Allen, Dave Campbell, Andrew Stehlin, Kota Eberhardt, Tyler Elliot Burke, Danny Blanco Hall, Aalia Adam, Peter Anthony Holder, Christopher B. MacCabe, Frank Fontaine, Bonkers, Sébastien Beaulac, Alain Chanoine, Doug Chapman, Frédéric North, Brian A. Reynolds, Doug Uttecht, Ben Skorstad, Warren Harris, Melissa Toussaint, Craig Snoyer, Tony Saquett, Stephane Ouellet, Xavier Sotelo, Olivier Lamarche, Christian Labbé, Serge Martineau, Guy Iannacone, Eldon Hunter, Christopher Hayes, Amélie Hadouchi, Frédéric Gilles, Joey Coleman, Julien Irwin Dupuy, Marine Buton, Daniel Cudmore, Ilyes Belayel, George Chiang, Éric Clark, Alexandre Bélanger, Mostra tutti
Regia: Simon KinbergSimon Kinberg
Sceneggiatura/Autore: Simon Kinberg, Simon Kinberg
Colonna sonora: Hans Zimmer
Fotografia: Mauro Fiore
Costumi: Daniel Orlandi
Produttore: Todd Hallowell, Lauren Shuler Donner, Stan Lee, Josh McLaglen, Simon Kinberg, Hutch Parker
Produzione: Usa
Genere: Azione, Fantascienza, Supereroi
Durata: 114 minuti

Dove vedere in streaming X-Men: Dark Phoenix

no titolo / 30 Luglio 2020 in X-Men: Dark Phoenix

Sembra esserci una vera e propria maledizione che impedisce chiunque decida di trasporre al cinema la storia della Fenice Nera di ottenere un risultato veramente degno. Ci avevano già provato, o almeno hanno finto di provarci, con X-Men: Conflitto finale, e il risultato è pessimo, ci hanno riprovato con questo Dark Phoenix, il cui titolo è già una dichiarazione d’intenti, e pur non replicando il disastro di Conflitto Finale il risultato è comunque deludente. Va detto che qui c’è un maggiore sforzo di approfondire il personaggio di Jean Grey, ma ad un certo punto il film sembra aver subito pesanti tagli (cosa peraltro probabile) e che questi abbiano impedito al film di svilupparsi a dovere.

Il primo trailer del film, devo dire, mi aveva entusiasmato, perché secondo me lasciava intravedere grandi potenzialità per questo film, entusiasmo purtroppo non confermato dalla visione in sala. Ma continuo a pensare che il problema di questo film, dalla produzione anche piuttosto travagliata, sia dovuto in gran parte, come già detto, a probabili tagli in post produzione. Considerando che l’acquisto della 20th Century Fox da parte di Disney, al momento dell’uscita nei cinema, era già avvenuta. Probabilmente avevano fretta di chiudere il capitolo X-Men, o almeno bonariamente mi viene da pensare questo.
Peccato perché pur non essendo un film disprezzabile, hanno perso l’occasione di chiudere degnamente la saga sui mutanti e, non di meno, hanno perso per la seconda volta l’occasione di raccontare degnamente la storia della Fenice Nera.

Leggi tutto

L’Universo Mutante Fox ha trovato la fine / 8 Settembre 2019 in X-Men: Dark Phoenix

“X-Men: Dark Phoenix” è la pellicola conclusiva della tetralogia prequel dedicata ai mutanti di casa Marvel, ed è un bene che siamo arrivati alla fine.
Grazie all’acquisto da parte della Disney della Fox e dopo l’uscita nelle sale prevista per il 2020 di “New Mutants”, i nostri mutanti troveranno un reboot per essere introdotti finalmente nel MCU, ormai considerato come uno dei più importanti universi cinematografici di sempre.
Purtroppo, soprattutto quando vi è stata l’idea di realizzare degli spin-off prima e dei prequel dopo, la saga degli X-Men è andata incontro ad uno dei più grandi errori che si potessero mai commettere: una continuity non rispettata e completamente pasticciata.
Già con il primo capitolo dedicato a Wolverine abbiamo assistito ad un errore palese che non può essere tralasciato (vedasi un Professor X invecchiato ma ancora in grado di camminare, mentre in “X-Men: L’inizio” lo vediamo già da giovane paralizzato sulla sedia), e purtroppo nei film usciti successivamente gli errori non sono altro che aumentati, generando una non poca confusione.
Con “Dark Phoenix” siamo arrivati all’apice della confusione, soprattutto se lo mettiamo a confronto con il precedente capitolo. Un vero peccato perché alla base vi era la narrazione di una delle più importanti saghe dell’universo fumettistico mutante.
Tutto sommato siamo di fronte ad un prodotto dalla visione gradevole, caratterizzato da degli effetti visivi niente male, soprattutto quando entra in scena la piena potenza della Fenice. A questo si aggiunge una battaglia finale abbastanza dinamica e il personaggio di Magneto (a cui purtroppo non viene lasciato molto spazio) salva tutta la pellicola.
Un capitolo conclusivo che non ha molto di conclusivo e che poteva lasciare nella mente degli spettatori un ricordo sicuramente molto più positivo, considerando che assistiamo alle avventure dei mutanti Marvel dall’anno 2000.

Leggi tutto

A che numero siamo arrivati??? / 12 Agosto 2019 in X-Men: Dark Phoenix

Effettivamente cavalcare l’onda del successo di un film ci sta. Portarlo avanti per qualche episodio anche.
Ma ora si sta veramente creando una serie TV al cinema.
Per gli amanti di tale genere va alla grande ma per chi come me non è un grande fan delle serie questo ennesimo capitolo rischia veramente di portare gli spettatori a dire: BASTA!
Questa volta è la potentissima Dark Phoenix che non sa più come controllare i suoi poteri.
Mah, che aggiungere…
Decisamente noioso.
A voi la scelta.
Ad maiora!

Leggi tutto

La X sta per “Stop a questo scempio” / 25 Giugno 2019 in X-Men: Dark Phoenix

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Ho 28 anni, X-Men 1 e X-Men 2 sono arrivati quando ero nel pieno della mia adolescenza e hanno inevitabilmente segnato il mio gusto cinematografico.
L’idea di poter avere dei doni al posto di goffaggini e problemi, e di trovare un posto, una scuola, dove ci fossero altre persone simili a me e dove i miei doni si potessero sviluppare, mi ha indubbiamente aiutato ad attraversare quei momenti di dubbio che tutti hanno tra i 12 e i 18 anni. Diciamo che chi come me è dei primi anni ’90 ha avuto la fortuna di crescere un po’ ad Hogwarts, un po’ nella Contea e perchè no anche nella scuola di Charles Xavier.
Con il tempo sono rimasta fan degli X-Men quasi inevitabilmente perchè affezionata ai personaggi dei primi anni 2000, ma ieri sera un sogno si è infranto.
Mystica e Jean che muoiono in una nuova ed inventata timeline parallela mi hanno lasciato senza parole. Perchè produrre un nuovo film a quasi 20 anni di distanza dai primi e stravolgerne la storia quando è assolutamente ovvio che il pubblico di questo film sarà un affezionato manipolo di fan tra i 30 e i 40? Assurdo, incomprensibile.
Tralasciando i buchi di trama troppo ovvi ed orrendi per poterne parlare senza una fitta al cuore, il film risulta noioso, la storia di Jean forzata ed inconsistente, i personaggi poco caratterizzati.
Ho trovato assolutamente inadatta Sophie Turner nella parte della protagonista sia perchè inespressiva sia perchè fisicamente affatto rappresentativa dell’idea psicologica che a mio parere doveva trasmettere.
Jean Grey è una ragazza rabbiosa, sofferente, del tutto inconsapevole del suo potere e soprattutto incapace di controllarlo. Sophie Turner è una donna forte, fisicamente possente che tutto dà meno l’idea di dover essere aiutata. Bocciatissima.
Ora parere specifico personale riguardante il mio campo di studi e di lavoro: trucco, parrucco e costumi.
Il make-up di Sophie Turner non ha avuto un senso logico per l’intera durata del film. Per andare in missione di recupero nello spazio era truccata da sera con tanto di ombretto sfumato e brillantini, scappata dopo aver ucciso quella che per lei era praticamente come una sorella, sporca di sangue e piangente la troviamo con un lipstick perfetto. I capelli? Per tutto il film sembrava che fosse appena uscita dalla doccia in una versione “oddio le riprese sono già cominciate, sono in ritardo e non ho potuto asciugarmi i capelli”.
Costumi insensati, sembrava che avessero chiesto agli attori di portare qualcosa dall’armadio di casa, qualcosa che anche se si fosse dovuto rovinare o sporcare avrebbero tranquillamente potuto buttare via.
Tutine da supereroi classiche e sciape neanche da commentare.
Unica nota positiva la bellissima, bravissima e sempre meravigliosa Jennifer Lawrence.
Non male anche il caro Fassbender.
Perchè allora voto 6? Perchè i soldi spesi per gli effetti speciali sono stati indubbiamente spesi bene e se qualcuno approcciasse questo film digiuno dai precedenti X-Men, sono sicura che lo troverebbe un film piacevole.

Leggi tutto

La Fenice / 17 Giugno 2019 in X-Men: Dark Phoenix

Film sui mutanti che però si sofferma maggiormente sui personaggi, sui loro dubbi e ha un po’ meno azione rispetto ai film precedenti.
Nel prologo, siamo nel 1975, vediamo Jean Grey bambina in macchina con i suoi genitori che vengono coinvolti in un gravissimo incidente stradale in seguito al quale Jean Grey viene accolta da Charles Xavier (James McAvoy) nella sua scuola.
Nel 1992, gli X-Men sono mandati nello spazio per soccorrere uno Shuttle in difficoltà; durante la missione, ci sarà un’esplosione che vedrà coinvolta Jean Grey (Sophie Turner) e che cambierà non solo lei ma anche il legame tra i mutanti.
Il film si sofferma maggiormente sui tormenti di Jean Grey che non sa bene come controllare i suoi poteri e neanche la loro effettiva portata; questo la spaventa oltre ai tormenti legati al suo passato.
Anche all’interno del gruppo c’è un po’ di tensione legato a come Xavier ha messo sotto i riflettori i mutanti per cercare di farli “convivere” normalmente con gli umani.
Alcune scene intense e drammatiche, un buon villain come l’alieno Vuk (Jessica Chastain) però rimane qualche perplessità cercando di ricostruire un legame con gli X-Men “originali”.
Nel resto del cast da citare i soliti Michael Fassbender nei panni di Erik/Magneto, Jennifer Lawrence è Raven/Mystica, Nicholas Hoult è Hank/Bestia, Tye Sheridan (Ready Player One) è Scott/Ciclope.
Stavolta pur essendo un film Marvel, non ci sono scene dopo i titoli di coda; questo probabilmente perché il film chiude un ciclo (di film con la Fox e con questi attori protagonisti).

Leggi tutto
inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.