Recensione su Wonder Woman

/ 20176.6217 voti

Donna magnifica / 13 Giugno 2017 in Wonder Woman

Tratto dal Fumetto della Dc Comics, il film ha un piccolo preambolo che si collega al film precedente (Batman vs Superman).
Il film, ambientato ai tempi della seconda guerra mondiale, si può dividere sostanzialmente in 3 parti: la prima con Diana (Gal Gadot) nel mondo delle Amazzoni, alla cui razza appartiene. Figlia della regina Ippolita (Connie Nielsen), addestrata segretamente dal Generale Antiope (Robin Wright) vive tranquilla in quel mondo la cui serenità viene rotta dall’arrivo di un aereo con a bordo il capitano Steve Trevor (Chris Pine) inseguito dai nazisti.
Nella parte centrale Diana arriva nel mondo umano, sconvolta dalle brutture della guerra la cui colpa attribuisce al dio Ares.
Infine la parte finale con Diana più nelle vesti di Wonder Woman che cerca di salvare il mondo e uccidere Ares per porre fine alla guerra.
Interessante e abbastanza avvincente il film, anche se qualche volta il ritmo rallenta lasciando più spazio alle sensazioni di Diana all’arrivo nel “nuovo” mondo e ai sentimenti.
Nel resto del cast da citare Elena Anaya nei panni della scienziata pazza Isabel Maru (con la maschera che le copre parte del volto e che ricorda un pò il personaggio di La pelle che abito), Ewen Bremner (Trainspotting) è Charlie, Danny Huston è il generale nazista, David Thewlis è il ministro britannico.
Film DC quindi niente scena nei titoli di coda; a novembre dovrebbe poi arrivare la Justice League.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext