Recensione su Wolf Call - Minaccia in alto mare

/ 20196.312 voti

Ci vuole orecchio / 22 Ottobre 2020 in Wolf Call - Minaccia in alto mare

Buon film sottomarino francese.
Il Titan, un sottomarino nucleare francese, è al largo della costa siriana impegnato in una missione per recuperare dei sommozzatori. L’addetto al sonar, Chanteraide (Francois Civil), capta un suono dubbio ma non riuscendo a identificarlo con nessuna nave attiva, lo classifica come un suono biologico. E’ un errore che metterà a rischio l’equipaggio e la missione. Dopo questo evento Chanteraide cercherà di rimediare al suo errore, però le cose si complicheranno.
Buon film di tensione e azione sottomarina, con un ottimo ritmo ed in un paio di scene anche lo spettatore tende quasi a far silenzio per non farsi sentire da possibili sonar. Il film si divide in due parti: la prima è quella che ho citato in precedenza, la seconda è il tentativo di scoprire cosa è successo da parte di Chanteraide e la successiva missione.
Nel cast da citare Omar Sy (“Quasi amici”) nel ruolo del secondo del Titan, D’Orsi mentre Paula Beer è Diane, la ragazza conosciuta da Chanteraide dopo la prima missione; Mathieu Kassovitz è l’Ammiraglio.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext