14 Recensioni su

Watchmen

/ 20097.0483 voti

Meglio la versione “the ultimate cut” / 7 Febbraio 2019 in Watchmen

Bel film , interessante, e per certi versi molto più “realistico” di tante storie del genere “supereroi”. Meglio ancora la versione estesa (“the ultimate cut”) che, nonostante duri uno sproposito, chiarisce molti punti interrogativi e spinge a riflessioni più profonde.

who watches watchmen? / 22 Gennaio 2019 in Watchmen

Probabilmente una delle pietre angolari del fumetto mondiale.
Un Alan Moore in stato di grazia trasforma i supereroi in una lunga metafora per parlare di politica, religione, società e rapporto con la paura.
Un fumetto talmente denso che per recensirlo occorre anche parlare di pirati e del fumetto che viene letto nel fumetto per un’operazione metatestuale che ha cambiato non solo il modo di raccontare i supereroi, ma che ha dato vita persino ad un font tipografico.

Ecco, tutto questo è stato preso da Snyder, spogliato di pathos e colore e trasformato in un’opera didascalica nella quale il pathos dell’originale viene meno. Un film discreto che perde consistenza una volta messo al cospetto del suo corrispettivo cartaceo.

Dal punto di vista visivo però, vale la pena ammirare il lavoro di trasposizione di tutto quanto abbia a che fare con il Dottor Manatthan; il viaggio su marte vale, da solo, tutto il bene che si possa dire, comunque di questo film.
Tra le colpe imperdonabili l’aver minato alle basi il modo in cui i DC heroes sono stati raccontati al cinema subito dopo.

Leggi tutto

Watchmen / 19 Novembre 2018 in Watchmen

Si percepisce che il materiale originale, cioè il fumetto (che non ho letto), deve essere davvero interessante, perché Watchmen, oltre a dare una visione dei supereroi non usuale, dà una visione non usuale di cosa significhi realmente proteggere l’umanità; soprattutto, da chi proteggerla.
Ma il film non regge. Spesso perde il filo e non si capisce cosa voglia raccontare davvero.
Se davvero i film devono raccontare storie e le serie devono raccontare personaggi, Watchmen sembra non decidere mai da che parte stare, non riuscendo né ad analizzare bene i personaggi e né a raccontare bene una storia.

Leggi tutto

The unforgettable glowing blue… / 9 Maggio 2016 in Watchmen

Sciropparsi i 215 minuti dell’Ultimate Cut di questo film richiede un livello di masochismo che non sapevo di possedere. Questa versione consiste del Director’s Cut più le animazioni dei «Racconti del vascello nero», di cui si può dire ciò che ne dice uno dei personaggi del film: «This shit makes no sense!»: cosa abbiano a che fare con il resto del film è un mistero.
E il resto del film non brilla particolarmente: tollerabile quando si occupa di personaggi a livello umano, non dotati di particolari poteri, come The Comedian, Nite Owl II, Silk Spectre II, e soprattutto Rorschach (le sequenze della prigione sono la cosa migliore del film), deraglia quando arriva al tronfio Ozymandias, tutto nobilissimi fini e mezzi ributtanti (che il film chiaramente condona), e all’onnipotente e fosforescente Dr Manhattan, ennesima e iperbolica incarnazione dello scienziato che ha perso la propria umanità – ammazza che originalità! – e anche il senso del pudore, visto che ci espone quasi costantemente alla visione di quello che uno dei critici più mordenti del film ha chiamato «the unforgettable glowing blue penis».
Peccato per le allusioni alla storia alternativa, con Nixon eletto presidente per cinque volte, che avrebbero meritato più attenzione e un contesto più degno e credibile.

Leggi tutto

Come trasformare una graphic novel stupenda in…. stà cosa qua !!! / 15 Maggio 2015 in Watchmen

Non ci sono parole, davvero dico !!!
Quando seppi che di Watchmen ne sarebbe stato fatto un film ero contento… molto contento, perchè la graphic novel mi era garbata un casino e vederla trasformata in film sarebbe stato il massimo.
Ma dopo aver visto il film… avrei voluto che qualcuno mi levasse dalla memoria il ricordo di aver visto questo insulto all’opera di Moore.
Ma scusa Zack Snyder ( il regista di sta cosa ) ma ti era così tanto difficile leggere bene la graphic novel, capirla, riportare sullo schermo tutto il suo fascino invece di stravolgerla a tuo piacimento cambiandone le tematiche e persino il finale con l’aggiunta di alcune musiche penose che non rendano per niente il tono del film ???

Leggi tutto

1 Febbraio 2014 in Watchmen

Cupo, lento, lungo e noiosissimo 🙁

Zack Snyder, ci sei quasi. / 20 Maggio 2013 in Watchmen

Jeffrey Dean Morgan, che cosa sei?
L’ho praticamente trovato perfetto nel ruolo di Edward Blake, Il Comico – che per altro è uno dei miei preferiti, tra i Watchmen, insieme a Rorschach.
Sì, ma… chi è Edward Blake? Chi è Rorschach? Chi è Spettro di Seta? Ed Ozymandias? E Gufo Notturno?
Onestamente, io della DC comics ho letto poco e niente, qualche volume di Batman, un paio di Wonder Woman e Superman, e qualcosa dei Watchmen – per l’appunto.
Adesso, credo proprio che questo film non sia per profani, si capisce chiaramente che è indirizzato ad un target preciso, ovvero i fumettari che hanno letto la serie.
L’unico personaggio più sviluppato degli altri è quello del Dottor. Manhattan che, diciamocela tutta, è un po’ il protagonista in questo film. Gli altri sono un’incognita, soprattutto Gufo Notturno che sembra una parodia di Batman o qualcosa del genere.
Certo, qualcosa la scopriamo sugli altri personaggi, ma poco e niente. Io stessa sono dovuta andarmi a leggere un po’ di cose, perché ad un certo punto del film la confusione era totale.
Nonostante tutto, Snyder è sempre un maestro dell’intrattenimento, già all’opening aveva il mio cuore. LOL (E’ pure un gran pezzo di gnocco, per altro)
E’ un film riuscito, non di certo indirizzato al grande pubblico (come Iron Man, The Avengers e gli altri Marvel Movies), ma sicuramente godibile per chi ha letto la graphic novel o l’ha solo sfogliata.

Leggi tutto

Watchmen graphic novel ha paura, angoscia, tensione. / 13 Maggio 2013 in Watchmen

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Watchmen film non ha:

1- La tensione: non c’è guerra fredda, la trasfigurazione nell’orologio della mezzanotte non si coglie appieno.

2- L’ angoscia, che filtra nel fumetto attraverso la città e gli animi dei personaggi principali; peccato che qua la prima non esiste, i secondi sono ridotti a essere dei ca**oni pompati.

3- La paura: Tutto gira nel vuoto più assoluto, la paura che la graphic novel trasuda da ogni poro qua non si riesce a cogliere manco nel finale, che è una grossissima presa per il c**o (e non intendo l’escamotage della bomba che sostituisce la piovra, sia chiaro).

Leggi tutto

22 Marzo 2013 in Watchmen

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Regola generale. Se si vede un film di 160 minuti senza annoiarsi male non è.
Amplissimo approfondimento concentrico di (quasi) tutti i personaggi e azione concentrata e sparsa. Perfino il tipo blu-puffo e con la proboscide perennemente molle e di fuori riusciva alla fine a non apparire eccessivamente troppo ridicolo.
Resto dell’opinione che il regista Snyder (che era lo stesso di 300) sia un mattacchione fascista post-moderno annegato di cultura pop – secondo voi, già nell’intro, quando la ragazza hippy mette il fiore nel fucile puntato, ecco, il fucile spara o no?
Riconosco che bisognerebbe leggere anche il fumetto, per vedere se sia fascista anche la fonte o solo l’acqua imbottigliata che arriva al cinema.

Leggi tutto

11 Luglio 2012 in Watchmen

Non conoscevo il fumetto e immagino che se l’avessi conosciuto prima forse non avrei apprezzato il film. Storia affascinante e cupa. I personaggi sono molto belli perché anche molto umani con tanti difetti come giusto che sia. La storia è anch’essa interessante e visivamente parlando è uno spettacolo, alcune immagini sono molto belle. Il personaggio che colpisce di più a mio avviso è Rorschach per tanti motivi che solo chi conosce il fumetto e chi vede il film può capire.
Ma eccezionale è la scelta della colonna sonora!!! Stupenda e azzeccata sempre.
Godibile a tal punto che ora voglio trovare il fumetto e leggerlo come mi accadde per Akira (una perla come film e ancor più come fumetto). Chissà se mi farà lo stesso effetto.
Vedere!!!

Leggi tutto

1 Giugno 2012 in Watchmen

Partendo dal presupposto che non conosco il fumetto e non sono esperta del genere, davvero un film fighissimo. L’inizio è favoloso, la colonna sonora è perfetta, e poi è visivamente potentissimo. Rispetto agli altri film sui supereroi, questo è un film totalmente da adulti, molto profondo e pessimista.
Da vedere.

Rorschach / 23 Febbraio 2012 in Watchmen

IMHO, il miglior cinecomic mai prodotto dopo il Cavaliere Oscuro.Portare sul grande schermo un’opera così complessa e piena di sfaccettature come Watchmen era un’impresa impossibile, ma Snyder c’è riuscito egregiamente, anche se bisogna dire che si è concesso qualche licenza che poteva risparmiarsi, come la lunga scena di sesso sulla navetta o i combattimenti eccessivamente infarciti di ralenti.Da antologia del cinema il prologo con in sottofondo “The Times Are A-changing” di Bob Dylan

Leggi tutto

13 Maggio 2011 in Watchmen

Pur non conoscendo il fumetto, mi è piaciuto abbastanza.
Certo il film è particolare, forse perchè mi ero abituato a supereroi senza macchia e senza paura mentre questi di macchie (e qualcuno anche di paure) ne hanno abbastanza. Questo è dovuto principalmente al fatto che sono umani, solo il Dottor Manhattan ha dei superpoteri, quindi con tutti i pregi e difetti della razza umana. Anche se in questo caso (soprattutto x qualcuno) vengono esaltati i difetti.
Mi è piaciuto molto l’inizio (con il prologo dell’uccisione del Comico), con i titoli che ripercorrevano la storia dalla seconda guerra mondiale fino agli anni ’80, con le incursioni dei Watchmen in immagini famose (Vietnam, Andy Warhol e altro).
La storia è interessante, il personaggio che mi è piaciuto di più è Rorschach forse xchè nonostante indossi la maschera x quasi tutto il film, è l’unico coerente con le sue idee. Belli anche i flashback sui vari personaggi, anche se qualcuno rimane poco approfondito.
Qualche cosa non mi è troppo piaciuta: ma dotare il Dr. Manhattan di un paio di mutande era troppo? e almeno un paio di scene di combattimento abbastanza gratuite (non propedeutiche alla storia).
In compenso ci sono alcune scene veramente spettacolari e splendide visivamente (un pò meno la scena che si svolge su Marte).
Gli attori sono stati scelti apposta poco conosciuti x poter descrivere meglio l’evoluzione dei personaggi; splendida Malin Akerman (vista in Lo spaccacuori) nei panni (aderenti) di Spettro di Seta, bravo Patrick Wilson e gli altri “supereroi”, nei panni della madre di Spettro di Seta invecchiata artificialmente troviamo Carla Gugino (Omicidio in diretta).
Splendida la colonna sonora; il film contiene molte scene abbastanza esplicite di sesso e violenza (in alcuni casi sfiorando lo splatter, vedi scena in prigione ma non solo).
Il film è abbastanza lungo ma è sempre abbastanza avvincente e non mi ha annoiato. Si parla anche di una versione estesa che uscirà in America a luglio e da noi in dvd.

Leggi tutto

3 Maggio 2011 in Watchmen

Il film di Snyder è straordinariamente illustrativo, impressionante la capacità di “ricopiare” il fumetto, di rendere perfettamente lo scorrere dei disegni,di ricostruire l’ambientazione e quindi, differentemente dal parere di altri, mi domando perchè abbia cambiato il finale. Era necessario tagliare in alcuni punti, ovviamente, ma cambiare il finale è un atto forte e dal mio punto di vista viene cambiato in maniera da stravolgerne il senso perchè la doppiezza dei personaggi si dilegua
là dove il gufo e Jupiter si “ribellano” alla scelta di Veidt, si sorvola sul dubbio atroce che avvolge Veidt a cose fatte e che dovrebbe essere il dubbio di chi guarda il film, si fa del Dr Manhattan un dio davvero agli occhi della terra (“fino a che penseranno che Jon li guardi non succederà nulla”), come se l’umanità avesse comunque bisogno di pensare ad una entità esterna pensante che governi la sua vita, nel bene e nel male, un punto di vista che Moore tematizza problematicamente.
Il suo pauroso dono per il realismo fumettistico si ferma improvvisamente sull’età dei protagonisti, il comico è perfetto, ma la seconda Silk Spectre ha 10 anni di meno, non parliamo di Veidt, terribile l’attore e ignorato il personaggio, incomprensibile la scelta di attori di gran lunga più giovani che stonano se si deve pensare che i personaggi hanno vissuto gli anni della contestazione studentesca ( il gufo non ha la pancetta!).
Poi ci sono alcune scelte che reputo a dir poco sceme: la scelta dello stile porno soft per Jupiter in generale e quando lei che fa sesso con il gufo, l’eccessiva enfasi sui particolari di sangue, l’insistere nei combattimenti che spezzano il ritmo e tolgono angoscia al narrato.
Il film in generale è godibile, mi dispiace, ma perde la totale cupezza del fumetto, ogni tanto sparisce la paura apocalittica della fine del mondo su cui tutto ruota, alcuni personaggi sono troppo piatti rispetto al loro oscillare fra tensione alla giustizia, superomismo fascistoide, narcisismo, rapporti inquietanti con il governo di turno, non rimane molto della riflessione sul bisogno di giustizieri che attraversa la cultura degli states.
Bello il riassunto iniziale, una pennellata d’epoca molto ben resa , la cosa migliore del film

Leggi tutto
inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.

Non ci sono voti.