Recensione su Wall Street

/ 19877.1181 voti

“La storia più vecchia del mondo” / 25 dicembre 2017 in Wall Street

Il materialismo nella sua concezione più “aristotelica”: il tempo è denaro. Il tempo è vita. Il denaro è vita.
Stone riprende, volutamente, in maniera confusionaria l’azione. Il mondo è una roulette. O la fortuna viene da te o contro di te. Devi solo scegliere da che parte stare. Sì, scegliere.
L’attualità di questo film è dilagante, è eloquente. Raggiungere certi livelli non è questione di fortuna, è questione di decidere fino a che punto spingersi. “Aldilà del guado” vuol dire aver deciso che l’etica non è parte della propria vita, vuol dire aver deciso di sporcarsi le mani.
L’antitesi di Gekko, però, esiste. È l’altro lato della medaglia. È il padre di Bud Fox, Martin Sheen. Operaio, sindacalista, l’America che non t’aspetti, quella che “sorregge” la baracca”, quella che paga le conseguenze quando le cose vanno male.
Perché per ciascuno a cui va bene, c’è sempre qualcuno a cui va male.
È la storia più vecchia del mondo, repubblicani contro democratici, padroni contro operai, destra contro sinistra.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext