?>Recensione | Vita da camper | Senza titolo

Recensione su Vita da camper

/ 20065.7112 voti

11 gennaio 2013

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

In inglese coi sottotitoli cinesi (lasciam stare il perché -.- già un cinese che si scarica apposta questo film per me la qualifica pregiudiziale di un po’ scemo se la merita).
É dura parlare di un film così. Robin Williams, perché? Perché fare così tanti film orrendi e mellifluamente schifosi sui valori della famiglia americana? Sei Robin Williams cazzo, ha fatto un sacco di cose che son rimaste nel cuore di un sacco di gente… Ma ti piace così tanto? Questi sono gli ultimi anni di film di Robin Williams. Si vede che li scegli apposta, perché?
Almeno Mastroianni sosteneva che i film brutti li accettava di girarli perché così aveva la possibilità visitare paesi nuovi, ma a tutto c’è un limite.
Qui di buono ci sono dei paesaggi del Colorado e dello Utah, e l’immagine del camper sul cucuzzolo della montagna (1 minuto di film; quindi se avete visto qui già è come se aveste visto tutto quel che di meritevole vi era) e.. no, e basta. Le gag vanno dal camper che supera un trattore lento (-.-’ mamma mia) a Robin Williams che cerca di svuotare il deposito di deiezioni del cesso del camper e finisce innaffiato da un prepotente fiotto di eau de merde. Non so, più che allargar le braccia che fare?

2 commenti

  1. PartoDaOra / 17 settembre 2014

    E tu, italiano, che hai scaricato il film in inglese coi sottotitoli cinesi non meriti la qualifica pregiudiziale di un po’ scemo? 😀
    A parte questo, ha fatto un’altra quindicina di film prima di impiccarsi. E tu che volevi tagliargli la carriera prima del tempo xD

  2. tragicomix / 18 settembre 2014

    ovviamente non è andata così :/ ma non mi sembra interessante spiegarlo.
    Ha fatto un’altra quindicina di film, non me ne viene in mente uno bello ma pazienza

Lascia un commento

jfb_p_buttontext