Recensione su We Are the Best!

/ 20137.041 voti

We Are the Best: punk’s not dead / 15 maggio 2015 in We Are the Best!

Le piccole donne del film di Moodysson (già apprezzato con Together) sono punk fuori tempo massimo per falsa necessità, semplicemente perché il movimento a cui intendono aderire è sfiorito prima che loro potessero assaporarlo e, alla ricerca di un’identità personale, ne trovano (forse) una in un atteggiamento ormai anacronistico di rottura posto a metà strada, nel loro immaginario, tra il gioco, il capriccio e la protesta.
Ciò che colpisce maggiormente è il loro continuo va e vieni tra atteggiamenti “adulti” ed infantili.
Benché alle tre ragazzine non accada nulla di particolarmente drammatico, le loro avventure contengono le premesse di tutte le sfide che dovranno affrontare durante la propria vita, a partire da una solitudine di fondo davvero dolorosa.
Divertente, non banale, grazie soprattutto alle giovani attrici che disarmano con la freschezza dei loro volti efebici ma intensi.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext