Recensione su Io sono Valdez

/ 19717.26 voti

Non c’è male / 14 Ottobre 2017 in Io sono Valdez

Un vice-sceriffo messicano (Burt Lancaster) interviene in una sparatoria che coinvolge il ricco e prepotente allevatore Tanner, e, per legittima difesa, finisce per uccidere, anche se per legittima difesa, un uomo di colore, che per Tanner era un rinnegato dell’esercito, mentre in realtà si scopre che era un’altra persona. L’uomo lascia la giovane moglie apache incinta e il vice-sceriffo Valdez si sente profondamente in colpa per quanto capitato. Vorrebbe risarcire la vittima, ma la sua richiesta di 100$ a Tanner lo porta ad essere umiliato e quasi ucciso. Ripresosi, il vecchio Valdez ritrova la grinta di un tempo e si prepara, da solo, ad affrontare l’intera banda dell’allevatore. Un western dignitoso, breve, semplice, che, con la presenza di un attore del calibro di Lancaster guadagna veramente tantissimo ed è sicuramente un film che piacerà ai fans del genere. Non annoia mai e la storia, comunque, seppur semplice, non è certo brutta. Sette pieno.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext