?>Recensione | Vajont - la diga del disonore | Senza titolo

Recensione su Vajont - la diga del disonore

/ 20016.488 voti

10 ottobre 2014

Mai titolo più azzeccato: La diga del Disonore…
Una ferita per il nostro paese causata dalla leggerezza, dalla superficialità e dalla brama del denaro. Veramente un documento importante da lasciare come monito per non dimenticare…
Ma… Analiziamo bene tutto il film. Stiamo qui per questo.
Ho iniziato a vederlo (lo davano in televisione) e notavo qualche cosa di strano.
Dopo un po ho capito: audio pessimo e le immagini strane, non nitide. Allora ho subito cercato la data di realizzazione: 2001.
Impossibile!!!
Ok, sarà il mio televisone che fa schifo. Ma vengo subito smentito. Una mia amica (Grazie Lory 😉 ) mi conferma che anche lei ha lo stesso effetto. Ma possibile che nel 2001 si riesce a produrre un film così pessimo?
Per non parlare degli effetti speciali. Direi imbarazzanti.
Nel 1999 è stato girato Star Wars – Episodio I… Non siamo americani ma allora lascia perdere…
Poi se vogliamo aggiungere un cast con Michel Serrault e Leo Gullotta che tentano l’impossibile ma con i restanti attorucoli che lasciano noi spettatori a bocca aperta. Infine Laura Morante, un’attrice che parla a mille all’ora e che quando fa la parte della nevrotica (praticamente sempre) non fa capire una parola dei suoi dialoghi.
Veramente una delusione per un film di tale denuncia.
Un’occasione persa.
Peccato.
Per la storia è da vedere, per come è stato girato assolutamente no!!!
Ad maiora!

1 commento

  1. Bisturi / 10 ottobre 2014

    Renzo Martinelli l’unico regista italiano che dirige “kolossal” di casa nostra, floppa (giustamente) e torna a dirigerli. Ogni suo film è un disastro imbarazzante, no so se hai visto “Carnera” o “Pozùs”…. Questo pii è un filmaccio, porcheria vera…

Lascia un commento

jfb_p_buttontext