Recensione su The Lesson - Scuola di vita

/ 20146.68 voti

Un onesto film bulgaro / 10 Marzo 2016 in The Lesson - Scuola di vita

Nadia è un’insegnante di inglese, ma, prima di insegnare le materie linguistiche, vorrebbe insegnare ai propri ragazzi il rigore morale e l’onestà. Quando uno tra i suoi alunni ruberà un borsello dallo zaino di una sua compagna, Nadia non ammetterà che l’azione rimanga impunita. Intanto le difficoltà economiche si fanno sentire sempre di più, e quando si tratterà di salvare la sua famiglia dallo sfratto le sue certezze riguardo l’etica verranno messe a dura prova.
Film bulgaro ispirato a una storia vera, i registi di “The lesson” esplorano l’universo delle aspettative sociali legate ai ruoli e agli status, in questo caso di un’insegnante. Profondamente legato ad uno sguardo sulla vita reale e sulla costruzione dei principi morali di un individuo in situazioni complesse, il film si sviluppa sull’asse di alcuni fatti cardine, che creano un ritmo filmico molto lento, ma allo stesso tempo coerente e interessato. L’indolenza del quotidiano riverbera in sceneggiatura, e l’assenza di una qualsiasi colonna sonora trattiene in prosa ciò che non deve diventare poesia. La realtà è osservata con occhi neutrali, attraverso una camera da presa attenta e impercettibile. È la questione morale, quindi, ad essere sottoposta a processo dai registi, e attraverso grandi difficoltà, che passano dall’imminente sfratto, si fanno sempre più cedevoli, segnando il passo ad un cambiamento che esplode nel finale. Gli attori tutti (professionisti mescolati a persone comuni) tengono quel senso del vero che attraversa tutta la durata del film, e sottolineano una grande qualità visibile poi in ogni comparto (dalla regia alla scenografia) che è rara in produzioni indipendenti come questa.
“The lesson”, seppur arrivato a noi con ritardo (fu girato nel 2014) è non solo un interessante film introspettivo, ma anche una bella testimonianza di Cinema dalla Bulgaria. Un film giustamente lento e allo stesso tempo indirizzato inesorabilmente verso un finale denso di significato.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext