Recensione su Uomini che odiano le donne

/ 20097.1334 voti

Buon thriller scandinavo / 9 Marzo 2021 in Uomini che odiano le donne

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

La Svezia dà prova di saper reggere il confronto cinematografico a livello registico, fotografico e di sceneggiatura con il colosso hollywoodiano sfornando un bel thriller visivamente accattivante con un’ottima regia e fotografia. La sceneggiatura è piacevole, intrigante e scorre abbastanza bene sebbene due ore e mezza per questa pellicola sono davvero eccessive, creando in alcuni momenti punti morti, soprattutto all’inizio e alla fine. Personalmente avrei tolto mezz’ora abbondante di scene non particolarmente utili ai fini della storia. Per esempio l’inizio con il processo alla rivista Millenium non sembra particolarmente pertinente alla storia e l’avrei tolto (paradossale perché Millenium è il nome della saga letteraria) così come avrei tolto la parte finale che riprende il processo iniziale. Io mi sarei concentrato sul solo caso della ragazza scomparsa. Poi non so se la rivista Millenium acquisirà più importanza nei due film successivi.

Non ho apprezzato nemmeno la storiella di sesso/amore tra i due protagonisti. Nel libro immagino sarà anche così ma l’ho trovata del tutto fuori luogo e poco credibile, come dire la solita storia dove se non ci scappa la scena di sesso e l’innamoramento è una storia che non merita di essere raccontata. Vabbè… comunque il caso della ragazza scomparsa seppur ben racconta, intrigante e con qualche colpo di scena, ha dei risvolti in parte prevedibili, soprattutto a conti fatti, in quanto si può immaginare tranquillamente che la ragazza sia ancora viva e che i fiori incorniciati fosse lei a mandarli allo zio. Un killer che manda per decine e decine d’anni questo regalo che la ragazza era solita fare allo zio solo per piacere sadico (per quanto venga detto dall’uomo stesso che nella sua famiglia, dove lui sospetta si nasconda l’autore della scomparsa della ragazza, siano gente particolarmente stronza (non le ha definite esattamente così). Sarebbe assurdo persino per il serial killer più malato ed annoiato del pianeta.

In conclusione un thriller piacevole.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext