1977

Una giornata particolare

/ 19778.2193 voti
Una giornata particolare
Una giornata particolare

Ambientato nel 1938 durante la parata fascista organizzata in occasione della visita di Hitler a Roma: Antonietta (Sophia Loren), che rimane sola in casa quando il marito e tutti i figli partecipano all'evento, stringe amicizia con il suo vicino di casa Gabriele (Marcello Mastroianni). Per i due sarà una giornata particolare.
Andrea ha scritto questa trama

Titolo Originale: Una giornata particolare
Attori principali: Sophia Loren, Marcello Mastroianni, John Vernon, Françoise Berd, Patrizia Basso, Tiziano De Persio, Maurizio Di Paolantonio, Antonio Garibaldi, Vittorio Guerrieri, Alessandra Mussolini, Nicole Magny, Galeazzo Ciano, Adolf Hitler, King Victor Emanuel III, Benito Mussolini
Regia: Ettore Scola
Sceneggiatura/Autore: Maurizio Costanzo, Ruggero Maccari, Ettore Scola
Colonna sonora: Armando Trovaioli
Fotografia: Pasqualino De Santis
Costumi: Enrico Sabbatini
Produttore: Carlo Ponti
Produzione: Canada, Italia
Genere: Drammatico, Romantico
Durata: 110 minuti

Io non credo che l’inquilino del sesto piano sia antifascista, semmai il fascismo è anti-inquilino del sesto piano! / 10 ottobre 2016 in Una giornata particolare

Una sceneggiatura interessante (a cui collabora anche Maurizio Costanzo) che affronta il tema della donna, degli omosessuali e in generale della vita ai tempi del fascismo. Ma è anche una delicata storia di una passione effimera e impossibile. Due personaggi caratterizzati ottimamente e interpretati da due degli attori più celebrati del nostro cinema,... continua a leggere »

“Piangere si può fare anche da soli, ma a ridere bisogna essere in due” / 21 gennaio 2016 in Una giornata particolare

Due storie sulla stessa linea temporale. Da un lato la visita di Adolf Hitler a Roma nel 1938 e la parata voluta da Mussolini in onore del "fuhrer". Da un altro lato l'incontro che avviene tra Antonietta (Sophia Loren) , una donna costretta a ricoprire il ruolo di custode del focolare e Gabriele (Marcello Mastroianni), un radiocronista dell'EIAR appena... continua a leggere »

11 aprile 2011 in Una giornata particolare

Il fatto che il delicato lirismo dell'inizio finisca per morire, violentato, strozzato, in un finale sin troppo prosaico, é, secondo me, il grande (e quasi unico) difetto di questo bel film di Scola. La prima parte, in effetti, ha in sé una bellezza rara; l'incontro casuale (a causa, se non ricordo male, di un uccello fuggito dalla gabbia) dei due... continua a leggere »