Recensione su Un tram che si chiama desiderio

/ 19518.093 voti

22 Marzo 2015

Dico solo: telecamera impietosa con la Leigh, e docilmente adorante di Brando. Bravissimi braverrimi entrambi, un classico dei ‘polpettoni’ che -ahimè- nessun regista sa più fare.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext