Recensione su Ultras

/ 20206.045 voti

THE SUNDAY WARRIORS / 13 Aprile 2020 in Ultras

Non avevo aspettative nei confronti di questo “Ultras” e forse anche per questo ne sono rimasto piacevolmente colpito.
Ultras è un ottima rappresentazione del ritardo mentale che affligge la maggior parte delle frange estreme del tifo da stadio. Un crogiolo di falliti e neandertaliani che trovano nel menar mazzate l’unica spiegazione della loro esistenza. In questo il film è ottimo nel tratteggiare il disagio giornaliero di questi minus habens.

Gli ultras vengono rappresentati uno po’ come le bande de “i guerrieri della notte” di Walter Hill. La differenza sostanziale è che qui viene posto l’accento su di una guerra politica in seno al gruppo tra vecchi e giovani Apache.

La recitazione è buona. Aniello Arena e il suo personaggio (l’unico con un granello di cervello) mi sono piaciuti molto. Ottimi anche Antonia Truppo e Daniele Vicorito ma in linea di massima bravi tutti.

Belle le location (fastidioso il finale proloco) e buona la fotografia anche se ormai un po’ troppo derivativa.

In linea di massima non critico mai i finali dei film però in questo caso mi sento di dire che la risoluzione sia un filino troppo scritta (per non dire banale) sia per scelta che per rappresentazione.

Voto: 6,5

Lascia un commento

jfb_p_buttontext