7 Recensioni su

Two Lovers

/ 20086.7140 voti

Vite. / 22 Ottobre 2019 in Two Lovers

E’ estremamente difficile trovarsi di fronte a qualcosa che riesca a descrivere in modo efficace l’essenza delle relazioni. Di quelle che spesso nascono per caso, fatte di un’intensità quasi senza senso.
La situazione in cui si trova Leonard è cruda e tangibile, talmente tanto che non è necessario essersi ritrovati in mezzo a un triangolo per comprenderla.
Signori, tenetemi lontana Joaquin Phoenix perchè come mi disarma lui nessuno mai.

Leggi tutto

30 Giugno 2013 in Two Lovers

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Quando si pensa all’amore di solito lo si associa a una cosa bella, che rende felice chi lo prova e chi lo riceve, ma molto spesso l’amore è anche sofferenza, dolore, rimpianto, tristezza, soprattutto se a questo amore si è costretti a rinunciare per sempre…già, gli amori impossibili, quelli che vengono infranti dal destino sono i più dolorosi…ne so qualcosa, purtroppo…
Leonard, giovane uomo tormentato e sconvolto da un amore finito male, s’innamora follemente di Michelle, una sua dolce e bella vicina di casa.
Michelle ha già una relazione con un facoltoso uomo, sposato e padre di un bimbo, una relazione che sa già che non la porterà da nessuna parte, ma che lei non riesce a troncare.
I genitori di lui non vedono di buon occhio questa infatuazione del figlio per la bella vicina di casa e tentano in ogni modo di avvicinarlo a Sandra, la figlia del socio di suo padre, ma lui non la vuole, vuole Michelle, l’unica donna che lo comprende, che lo conosce, che lo ama e rispetta per quello che è realmente…in fondo al cuore non si comanda, non gli si possono impartire degli ordini, lui, soltanto lui decide dove andare…
La sera di Capodanno, Leonard ha finalmente l’opportunità che aspettava, l’opportunità di scappare e di vivere la sua storia d’amore con la sua amata Michelle, ma alla fine lei ci ripensa, forse per paura, ma decide di rimanere con il suo attuale compagno e di rinunciare per sempre all’amore di Leonard che, dal canto suo, non può far altro che concedersi a Sandra, a dichiarare a lei un amore che non prova, a darle l’illusione di un amore che, per lui, non esisterà mai, se non per la sua Michelle.
Dopo tanti amori finti e patinati, finalmente un film sull’amore vero, un film che ha tanto il sapore di un libro di Fedor Dostoewski(e infatti è liberamente tratto da “le notti bianche” del grandissimo scrittore russo), un libro sull’amore, ma soprattutto sul male di vivere, su quanto sia difficile stare al mondo, in questo mondo così individulaistico, vuoto e superficiale se si è dotati di una certa predisposizione d’animo verso la sensibilità e la malinconia.
Un film triste, dolce, commovente, nel quale mi sono rivista molto, nel quale ho rivissuto in toto la mia vita…ottima la scelta del cast, ottima l’idea di contrapporre due donne completamente diverse come Gwyneth Paltrow, eterea, elegante, inquieta e un po’ opportunista e Vanessa Shaw, bella e rassicurante.
Ancora una volta devo fare un plauso particolare a Joaquin Phoenix, la sua interpretazione è ancora una volta magistrale, il suo dolore, la sua tristezza, il suo male di vivere sono autentici…forse esagero, ma per me è uno degli attori più carismatici degli ultimi dieci anni.
Un film che mi ha fatto molto male, ma che mi ha fatto piacere conoscere.

Leggi tutto

16 Febbraio 2013 in Two Lovers

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Joaquin è il fratello di quel (a detta di tutte) gran figo, e infatti era talmente figo che ha chiuso in overdose da speedball, di River Phoenix – io comunque lo preferivo in Stand by me di Rob Reiner. Joaquin qui ha dei seri problemi, ma in realtà è un genio, perché tiene elegante il piede in due scarpe e presto o tardi se le sbatte tutte, pur collezionando espressioni da grullo che magari all’occhio femminile lo rendono adorabile, non so, a me l’han reso un simpatico stronzo, ma grullo.
Gwyneth Paltrow fa la bionda svampi-drogata, l’altra gliela da direttamente, senza bisogno di chiedere e nemmeno passare dal via. Certo, così grullo, come si fa a non dartela? Lui porta il faccione qua e là, e si rassegna in fondo al fluire degli eventi. Che era lo stesso faccione del Commodo de Il gladiatore (tanto per dare un’idea con un film stravisto), solo un filo meno pallido.
Film decisamente valido, a volte non troppo verosimile ma ehi, stiamo discettando/pugnando d’amore, non è che ci si possa prendere così sul serio. Morale della favola: la vita è già bella che scritta, ma vale lo stesso la pena farci un giro (su Gwyneth? Ah, no, in generale).

Leggi tutto

IL FREDDO / 13 Febbraio 2012 in Two Lovers

da un posto freddo come il tuo cuore,scaldandomi col desiderio di te e sentendo la tua mancanza immaginando una vita insieme,che pazzia sarebbe,io a comprenderti mentre tu invece scapperesti e ti rifugeresti in silenzi ostinati che riempirebbero le nostre giornate,adesso pazzo d’amore mi cullo sognando l’oblio della memoria fantasticando sui tuoi sensi di colpa che avrebbero beneficio sul mio ritorno dal mondo dei morti facendo si che il mio amore sia stavolta capito e tu mettendoti in ginocchio mi imploreresti di non lasciarti più da sola in questa valle di lacrime segnata dai tuoi orpelli che lascivamente ti ostini a portarti dietro senza capire che LORO ti ghermiscono per il solo fatto di averti come soprammobile da comodino, ninnolo da mostrare ai poveri di spirito che ammorbano le nostre vite cercando di annullare le nostre coscenze e non facendoci pensare che di questo passo non resterà che la polvere della terra dove verremmo sepolti separatamente e non insieme abbracciati per l’eternità come gli amanti di Hugo che ancora adesso commuovono i puri di cuore.

Leggi tutto

ragione o sentimento / 28 Dicembre 2011 in Two Lovers

seguire i buoni propositi o l’attrazione fisica nella ricerca della propria donna? magari potesse tenerle entrambe… sinceramente non troppo simpatico questo giovanotto ma il film non è male.

1 Febbraio 2011 in Two Lovers

Film “inaspettato”, passato un po’ in sordina nelle sale.
Ritmo lento, bella narrazione.
Spero non sia l’ultimo di Phoenix, come ha paventato ai tempi, perché credo che Joaquim abbia ancora molto da dire.
Bravi tutti gli interpreti, il ruolo della Paltrow sembra le sia stato cucito addosso.

Non la solita storia d’amore / 1 Febbraio 2011 in Two Lovers

Two lovers non lascia indifferenti.
Non è la classica storia d’amore.
Ipocrisia e istinto di conservazione, rinuncia hanno la meglio.
Tocca l’animo nel profondo, perchè tratta un tema in cui è facile immedesimarsi. I personaggi sono fragili e spesso si muovono con esiti autodistruttivi.
Ottimo Joaquin Phoenix.

inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.

Non ci sono voti.