Recensione su The Twilight Saga: Eclipse

/ 20105.2469 voti

3 marzo 2011

Premetto che sono fuori tempo massimo per i film ormonal-adolescenziali, premetto che della storia so appena che lei sarebbe indecisa fra un licantropo e un vampiro, non ho letto i libri, non ho visto i film precedenti.

Non saprei raccontare lo spaesamento totale quando questi hanno cominciato a snocciolare nomi di gente morta o anche viva, non ci ho capito niente, ma proprio niente, l’idea è: ma chi sono?, di che parlano? Forse è proprio necessario sapere qualcosa della storia, però scusate, se vedo solo il secondo di guerre stellari non è che non capisco il senso! Il film dovrebbe essere comprensibile senza il rimando al libro o ai film precedenti. Ma superato il problema di capire chi sono quelli che parlano è che il film è davvero brutto, pessima la sceneggiatura e il montaggio, pessima la scelta di teatralizzare tutte le scene in cui compaiono i vampiri (c’è il tipo vampirizzato all’inizio che ogni volta che dice qualcosa sembra che stia recitando Essere o non essere, ma perchè?), ogni tanto combattono (!) ma anche lì siamo all’ovvio delle scene di combattimento, scontatissime.
Lei, povera ragazza, è idiota, non capisce mai niente e ha delle battute terribili, non mi stupirei se tutta la saga finisse con lei che si risveglia e scopre che ha sognato tutto, il santo vampiro è impensabile, a lui va bene tutto, stare con lei, che lei stia con l’altro, che facciano sesso, che non lo facciano, che lei lo ami, che lei non lo ami, mamma che palle!, l’altro è un pezzo di legno (è più rigido del santo vampiro) il cui fascino risiederebbe nell’animalità, ma tolto il fatto che è sempre scamiciato non si capisce perchè lei dovrebbe amarlo, ha la profondità di un affluente dell’arno in pieno agosto.

E poi il contorno: quel padre è una macchietta e capisci subito che lei ne ha ereditato l’acume intellettivo; i vampiri sono lì rigidi (poi in effetti non ho capito molto altro); i lupi sono gli indiani d’america e stanno nei boschi; i volterrani sono ….3 persone vestite male che parlano male e sono cattivi, forse.

Perchè vogliono uccidere lei? perchè tutti la difendono? Che ha di speciale? Niente! La scena nella tenda è da spanciarsi dalle risate, poi al mattino con tutta quella neve, lei, che 2 ore prima stava assiderandosi, va in giro per gli alberi in maniche di camicia!

Non ne contesto il tema, la storia, ma la pessima qualità filmica

Lascia un commento

jfb_p_buttontext