Recensione su Tutto su mia madre

/ 19997.6392 voti

29 Aprile 2012

Storia di vite complicate che si intrecciano; vengono raccontate vicende umane estreme ma il clima è insolito e rasserenante.
A momenti di forte intensità drammatica si alternano scene di ilarità senza che le due cose stridano.
Tutto è esagerato, ma, allo stesso tempo, tutto è possibile.
Non ci sono personaggi maschili di spessore: l’universo è quello femminile, la donna è rappresentata come un essere saggio, consapevole della vita. Il tema principale è la maternità, ma il concetto di donna-madre è visto come un obiettivo a cui tutti, sia uomini che donne, possono aspirare.
Di forte impatto il continuo parallelismo delle vicende dei personaggi con le scene dello spettacolo teatrale “un tram chiamato desiderio”.
Per quanto riguarda l’immagine, i colori utilizzati sono molto aspri e lucenti (blu, gialli e rossi intensi), riprendono alla perfezione l’atmosfera passionale, intensa quasi all’esagerazione.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext