Recensione su Tutti i soldi del mondo

/ 20176.267 voti

Il voto sarebbe un 6.5 / 17 Gennaio 2019 in Tutti i soldi del mondo

Discreto film di Ridley Scott sulla vera storia del rapimento di Paul Getty negli anni Settanta.
Il giovane Paul Getty (Charlie Plummer), nipote del famoso magnate dell’industria petrolifera Jean Paul Getty (Christopher Plummer che ha sostituito Kevin Spacey dopo lo scandalo per le molestie sessuali), viene rapito a Roma mentre sta passeggiando per strada. I rapitori chiedono un riscatto di 17 milioni di dollari ma a sorpresa il nonno dichiara alla stampa di non voler pagare.
Il film procede tra alti e bassi; non troppo convincente il rapimento (o meglio il comportamento del giovane, che si addentra a piedi in una brutta zona), interessante invece vedere il diverso comportamento delle persone coinvolte.
Il nonno che incarica il suo uomo di fiducia Fletcher Chace (Mark Wahlberg) di appoggiare la nuora Abigail (Michelle Williams) per cercare di ritrovare il nipote ma spendendo il meno possibile. Lo stesso Fletcher che inizialmente pensa che il rapimento sia stato ideato dallo stesso nipote (o uno scherzo) e la disperazione della madre che però non si avvilisce e cerca di lottare per ritrovare il figlio. Infine i rapitori, con Cinquanta (Romain Duris) che instaura quasi un rapporto di amicizia con il giovane Paul.
Nel resto del cast da citare la presenza di un paio di italiani: Marco Leonardi nei panni di Mammoliti (Colui che subentra ai precedenti rapitori) e Nicolas Vaporidis uno della banda “iniziale”.

Lascia un commento