?>Recensione | Tre scapoli e un bebè | Piacevole senza essere...

Recensione su Tre scapoli e un bebè

/ 19876.273 voti

Piacevole senza essere chissà che / 16 agosto 2017 in Tre scapoli e un bebè

Come da titolo del film, tre scapoli che convivono insieme si ritrovano alle prese con una neonata. I protagonisti sono un architetto con un particolare rapporto sentimentale (“Magnum P.I.” Tom Selleck), un fumettista che non ha troppa fortuna con le donne (Steve Guttenberg) e un attore che invece ne ha fin troppa (Ted Danson). Quando l’ultimo, dopo una festa, parte per un lavoro in Turchia, appare dal nulla sua figlia, lasciata dalla moglie. I due amici si faranno in quattro per cercare di far star bene la piccina, ma nel casino generale ci si mette di mezzo anche un traffico di droga e l’indagine della polizia. Quando tornerà il babbo, i tre si daranno da fare per mettere tutto a posto. Una commedia semplice, diretta tra l’altro da Leonard Nimoy (l’indimenticato Spok di Star Trek), che magari non propone niente di particolare o di clamoroso, ma è comunque costruita bene ed è praticamente sempre divertente da vedere, a parte forse il finale, un po’ troppo tirato per le lunghe. Nel complesso, un classico film per chiunque, tanto semplice quanto godibile.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext