Recensione su Transporter: Extreme

/ 20056.069 voti

Il voto sarebbe un 6.5 / 27 ottobre 2011 in Transporter: Extreme

Per questo genere di film, bisogna spegnere il cervello e seguire semplicemente le evoluzioni.
Tantissime scene di azione (inseguimenti spettacolari in macchina) e duelli con qualsiasi arma caratterizzano questo discreto sequel. Il primo era anche meglio, forse c’era un pò meno esagerazione ma anche il seguito si lascia seguire grazie (anzi direi soprattutto) alle due presenze femminili.
Amber Valletta stavolta nei panni di una donna sposata (e in disaccordo col marito superimpegnato in “politica”) e mamma di un ragazzino; la femme fatale (per non dire peggio) è la splendida Kate Nauta quasi sempre vestita in ambiti succinti ma ugualmente pericolosa (del tipo che prima spara e poi chiede chi è…).
Bravo e ironico Jason Statham col suo personaggio che si basa sulle regole e stavolta cerca di farle rispettare anche al ragazzino di cui deve fare la guardia del corpo.
Nei panni del cattivo Alessandro Gassman che non mi è piaciuto più di tanto (direi il peggiore del lotto).
Alcune scene veramente esagerate (su tutte: l’inseguimento nel parcheggio pluripiano con relativo salto e la scena della moto d’acqua).

Lascia un commento

jfb_p_buttontext