Recensione su In trance

/ 20136.0127 voti

Un film disonesto / 14 Settembre 2015 in In trance

Quello che per un po’ sembra solo un film notevolmente inverosimile si rivela a un certo punto un film completamente disonesto. Se vuoi rivelare che la storia narrata per un tratto non è tutta la storia, che qualcosa manca alla trama, devi comunque dare allo spettatore qualche indizio in precedenza – indizio magari monco, magari insufficiente, ma comunque indizio; altrimenti il tutto assume l’aspetto di una presa in giro. Qui, a parte qualche inquadratura ambigua, non c’è nulla. Ancora peggio, la storia si va avvolgendo su se stessa, perdendo la distinzione fra realtà e irrealtà; alla fine è difficile dire cosa sia veramente accaduto e cosa no.
Il regista riesce persino nell’impresa di rendere grottesco il nudo di Rosario Dawson, che si trova a dover assecondare certe preferenze del protagonista, con esito involontariamente comico.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext