Tracks - Attraverso il deserto

/ 20137.079 voti
Tracks - Attraverso il deserto

1977. Robyn è una ragazza che decide di attraversare il deserto australiano, accompagnata da alcuni cammelli e dal suo cane.
Stefania ha scritto questa trama

Titolo Originale: Tracks
Attori principali: Mia WasikowskaMia WasikowskaAdam DriverAdam DriverEmma BoothEmma BoothJessica ToveyJessica ToveyLily PearlLily PearlRobert Coleby, Bryan Probets, John Flaus, Melanie Zanetti, Rainer Bock

Regia: maschioJohn Curran
Sceneggiatura/Autore: Marion Nelson
Colonna sonora: Garth Stevenson
Fotografia: Mandy Walker
Costumi: Mariot Kerr, Robyn Elliott
Produttore: Emile Sherman, Andrew Mackie, Richard Payten, Iain Canning
Produzione: Australia
Genere: Drammatico, Azione, Biografico
Durata: 112 minuti

Dove vedere in streaming Tracks - Attraverso il deserto

La signora dei cammelli / 11 Maggio 2014 in Tracks - Attraverso il deserto

Gran bella storia e Robyn mi piace proprio molto, anche nella sua incoscienza di ragazza solitaria. Oltre al paesaggio meraviglioso vi voglio segnalare l’incredibile immedesimazione della Wasikowska, o come si scrive, che vive e suda quella traversata come se davvero l’avesse fatta ( i titoli di coda mostrano le immagini del viaggio originale e la somiglianza non è tanto fisica quanto nell’atteggiamento).
Il cane muore e me ne sono fatta una ragione già prima di entrare in sala, ma mai pensavo che i cani fossero 2!

Leggi tutto

“Words are overrated” / 6 Maggio 2014 in Tracks - Attraverso il deserto

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Ogni lunedì il cinema in centra propone un film in lingua originale così questa settimana mi sono finalmente godere su grande schermo “Tracks”!

Il film mi è piaciuto molto, sarà che di solito apprezzo sia le biografie che i film drammatici, e questo è un bel sunto di entrambi i generi.
Camminiamo con Robyn nel suo viaggio per attraversare il deserto in compagnia dei suoi cammelli e del suo cane, perchè? Perchè si.
Una storia vera scritta di pugno dalla protagonista, diventato bestseller eccetera.
Saranno i colori caldi che ti scaldano per tutto il film, sarà il silenzio che prende importanza mano a mano che prosegue il film e i dialoghi abbastanza ridotti (e quando presenti non sempre comprensibili), saranno le maestose riprese, sarà che sono una che si mette spesso lo zaino in spalla e cammina e qualcosina (di molto piccolo) di me stessa ci ho ritrovato, o in ultimo forse che sono riuscita a commuovermi per quasi tutto il film (e no, non mi riferisco alla morte del cane) ma l’ho trovato suggestivo, intenso ed emozionante, da vedere.
Non posso fare altro che ammirare le persone che fanno così propria la solitudine, la prendono per mano e ci camminano assieme, la protagonista non solo vuole stare sola, ma pretende la propria solitudine, e il silenzio come fosse un diritto innegabile (e lo è), non c’è cosa più grande che riuscire a bastare a se stessi e non posso che rimanere sbalordita dal coraggio della protagonista e sentirmi una personcina abbastanza inutile e nullafacente dopo una visione del genere.
Non è detto che sia un film che dica a tutti qualcosa, ma perchè non ascoltare?

Leggi tutto
inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.