Recensione su Tower Heist - Colpo ad alto livello

/ 20116.2102 voti

15 Marzo 2012

Non ero molto propenso a vedere questo film che mi sembrava un pò la solita commedia con l’ormai insopportabile Eddie Murphy. Tra lui e Tom Cruise mi riesce difficile esprimermi su chi riesca a tollerare meglio. Sono difficili da digerire come il cinghiale della pubblicità…
Eppure un amico di cui ho stima mi ha convinto a provare e devo ammettere che il film mi è piaciuto.
Innanzitutto il cast è ben scelto (Tea Leoni che per me ha un certo fascino invitante, Matthew Broderick che a quasi 50 anni ha ancora la faccia da ragazzino, Casey Affleck, che sarà pur un antipatico di prima categoria ma per il ruolo fitta bene, Alan Alda sembra un pò un nonnino simpatico ma certe espressioni lo fanno rassomigliare al papà del Grinch), la regia è collaudata (Ratner è regista di commedie d’azione come “Rush Hour” e “After the Sunset”) ed i riferimenti alla crisi sono costanti (fondi pensione bruciati, crisi di lavoro…). Anche il cinema più leggero subisce l’impatto travolgente della crisi economica e lo traspone nel gruppo di personaggi che tentano il colpo per riprendersi il malloppo perduto.
Tanto buonismo (il personaggio di Stiller è un eroe senza macchia disposto a tutto per il gruppo) e una bella dose di humour mischiata a qualche sequenza d’azione.
Un pò “i signori della truffa” un pò “le regole della truffa” (i titoli italiani hanno la tendenza a ripetersi troppo spesso), comunque risulta piacevole. Magari perchè Murphy non è invasivo come al solito.
A proposito, non ride più come ai vecchi tempi!

Lascia un commento

jfb_p_buttontext