?>Recensione | To Rome With Love | Senza titolo

Recensione su To Rome With Love

/ 20125.2455 voti

27 gennaio 2013

L’ultima produzione Alleniana è una delusione cocente su tutti i fronti. Sfociando nel ridicolo più e più volte, il nuovo film di Woody Allen è un impasto mal riuscito di 4 storie a se stanti, condito di frettolosità, momenti imbarazzanti, recitazione degli attori italiani pessima ( Alessandra Mastronardi è da fucilare. Si salva solo Riccardo Scamarcio, che in 5 minuti di scena dimostra di saper recitare), doppiaggio PENOSO, e sceneggiatura debolissima e talmente illogica e inverosimile da non potersi neanche apprezzare come “surreale”. Numerosi i momenti irritanti: dalla storia tra i personaggi di Ellen Page ( inverosimile al quadrato come femme fatale) e Jesse Eisenberg, all’abbozzo di personaggio che è il il fidanzato della figlia di Woody Allen, stereotipato, comunista e monodimensionale, all’episodio di Benigni, sprecato. Così come è stata sprecata Penelope Cruz, che non ha neanche un’uscita di scena decente. E’ salvabile la fotografia, che è abbastanza realistica nel rendere bene la luce dorata Romana e in parte i momenti on-screen di Allen, seppur sia discretamente spento e muto.
Facciamo che l’ultimo film di Allen è Midnight in Paris.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext