?>Recensione | Titanic | Senza titolo

Recensione su Titanic

/ 19977.51389 voti

7 febbraio 2013

Con un ritardo di 15 anni, ho finalmente visto un kolossal che non ha bisogno di presentazioni; questa mia visione ho voluto che fosse la più perfetta possibile, quindi in lingua, nella versione lunga e in alta qualità.
Detto ciò, trovo molto difficoltoso scrivere qualcosa, in quanto Titanic è uno di quei film che mi distrugge, andando a cozzare con la mia personalità empatica e sensibile. Da metà film in poi, per tutta la lunghissima fase di affondamento, ho sperimentato un senso di angoscia fortissimo e fisico, fino a piangere tutte le mie lacrime nel finale. Sentimenti talmente forti che penso lo rivedrò solo tra altri 10 anni.
Quello che mi sento di dire è che si tratta di un film enorme, riuscito in ogni senso possibile, e che coniuga la spettacolarità al dettaglio, la grande tragedia alle piccole storie, e lo fa senza eccedere, non superando il limite della ridicolaggine e del pietoso. La storia d’amore non è nulla di innovativo, ma è inserita così bene nel contesto da diventare un pilastro fondamentale della pellicola, insieme alla nave stessa, vera protagonista.
James Cameron gira un film tecnicamente perfetto, dove ogni comparto funziona magistralmente, dove la CGI è perfettamente integrata e tutto, dalle riprese subacquee alle ricostruzioni scenografiche è realistico e di gusto. Kate Winslet e Leonardo Di Caprio hanno trovato il lancio di carriera ideale, dimostrandosi ben calati nella parte e con un chimica che ha reso tutte le loro scene dei colpi al cuore. In tutto ciò, aiuta anche la OST, che a parte l’inflazionato brano di Celine Dion, è molto adatta e carina. Inutile dire che la melodia di “My heart will go on” faceva partire la lacrima automaticamente. Infine fotografia e costumi rappresentano il giusto tocco estetico, adeguandosi a storia e personaggi.
Tanto bello quanto distruttivo, è un raro caso di spettacolarità contestualizzata, unita alla sapienza tecnica e al giusto grado di forza emotiva.

2 commenti

  1. funnyface / 7 febbraio 2013

    Finalmente qualcuno che non si vergogna di ammettere che il film gli è piaciuto! Sono pienamente d’accordo con te su tutto, se non che io il film lo vidi al cinema quando uscì nelle sale alla tenera età di 14 anni. Titanic è un film che lavora molto sulle emozioni in quanto unisce una potente storia d’amore alla colossale e “reale” tragedia dell’affondamento del transatlantico. Cameron ha lavorato ai limiti dell’ossessione ad ogni aspetto del film, ha creato un prodotto a tutto tondo che difficilmente verrà dimenticato nella storia del cinema.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext