?>Recensione | Timeline – Ai confini del tempo | Senza titolo

Recensione su Timeline – Ai confini del tempo

/ 20035.8121 voti

3 novembre 2011

Nonostante abbia letto il libro di Michael Crichton (che consiglio a tutti), il film mi è piaciuto abbastanza.
Per problemi di durata, hanno limitato la spiegazione scientifica (Crichton si dilungava in 100 pagine di dettagli sulla creazione della macchina), riducendola a pochi minuti.
L’inizio è un pò lento, con la presentazione dei personaggi alle prese con gli scavi archeologici nel sito di Castlegard. Poi dopo il viaggio nel passato, il ritmo decolla e il film si fa sempre più interessante senza un attimo di pausa.
A me piace molto il medioevo come periodo e quindi, come il romanzo, ho apprezzato il film anche per questo motivo.
Non mi ha entusiasmato la prova di alcuni attori, forse x colpa del doppiaggio. Sia Paul Walker (Chris, figlio del professore) che Frances O’Connor (la ragazza di cui Chris è innamorato) offrono una recitazione scialba o entusiasmo esagerato.
Meglio l’altra “coppia” Gerard Butler (bravo nei panni di Marek), Anna Friel (Claire).
Bravo “bastardo” anche Lord Oliver (Michael Sheen).
Richard Donner (il regista, autore anche della serie di Arma Letale, già alle prese con il medioevo in Ladyhawke) compare all’inizio nei panni dell’automobilista.
Purtroppo, leggendo tanti libri, la mia memoria nei confronti di alcuni particolari non è precisa ma nel film non mi sono ritrovato alcune scene.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext