Recensione su Tre manifesti a Ebbing, Missouri

/ 20177.7358 voti

Il voto sarebbe un 6.5 / 3 Gennaio 2019 in Tre manifesti a Ebbing, Missouri

Discreto film candidato al premio Oscar ma da cui mi aspettavo qualcosa in più.
Siamo a Ebbing, Missouri. Mildred Hayes (Frances McDormand) ha perso la figlia Angela uccisa un anno prima; la polizia non ha ancora arrestato nessuno per il crimine e quindi Mildred decide di affittare tre tabelloni pubblicitari in cui accusa la polizia di essere rimasta con le mani in mano. In particolare sotto la lente dei riflettori (dei manifesti) c’è lo sceriffo Willoughby (Woody Harrelson) che però nella cittadina è molto apprezzato.
Il film si sofferma maggiormente sulle reazioni ai manifesti mentre l’eventuale indagine è quasi inesistente; il poliziotto razzista Dixon (Sam Rockwell) e il rapporto con la madre sono elementi aggiunti nel film.
Ottima recitazione da parte del cast (soprattutto Frances McDormand), però il linguaggio sempre sboccato e il finale mi hanno un po’ deluso e fatto calare il voto di mezzo punto.
Nel resto del cast da citare Lucas Hedges nei panni del figlio di Mildred, Peter Dinklage è il nano James, Abbie Cornish è la moglie dello sceriffo.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext