Thor: Love and Thunder

/ 20225.979 voti
Thor: Love and Thunder

Nuovo film Marvel dedicato a Thor. Thor intraprende un viaggio per lui assolutamente inedito, alla ricerca della pace interiore. Ma è costretto ad accantonare il suo periodo sabbatico, a causa di un assassino galattico, Gorr il Macellatore di Dei, che vuole uccidere tutte le divinità esistenti. Per combattere questa minaccia, Thor chiede aiuto a Re Valkyrie, Korg e l’ex fidanzata Jane Foster che, con grande sorpresa di Thor, riesce a brandire Mjolnir, il potente martello magico.
Questo film fa parte dell''Universo Marvel'! Vuoi saperne di più?
Stefania ha scritto questa trama

Titolo Originale: Thor: Love and Thunder
Attori principali: Chris HemsworthChris HemsworthNatalie PortmanNatalie PortmanChristian BaleChristian BaleTessa ThompsonTessa ThompsonTaika WaititiTaika WaititiJaimie Alexander, Russell Crowe, Chris Pratt, Karen Gillan, Dave Bautista, Pom Klementieff, Sean Gunn, Vin Diesel, Bradley Cooper, Idris Elba, Carly Rees, Kat Dennings, Brett Goldstein, Stellan Skarsgård, Luke Hemsworth, Matt Damon, Sam Neill, Melissa McCarthy, Ben Falcone, Suren Jayemanne, Natasha Cheng, Stephen Curry, Bobby Holland Hanton, Daley Pearson, Dianne Close, Greg Mitchell, Briegh Winderbaum, Mayzie Winderbaum, Izaac Winderbaum, Alanis Long Borrello, Luka Bale, Kieron L. Dyer, India Rose Hemsworth, Simon Russell Beale, Manny Spero, Jonny Brugh, Andrew Crawford, Chanique Greyling, Brooke Satchwell, Elsa Pataky, Zia Kelly, Rosangela Fasano, Cameron Chapek, Tristan Hemsworth, Samson Alston, Alan Spies, Eliza D'Souza, Shari Sebbens, Victoria Zerbst, Johnny Nasser, Jenna Owen, Gemma Dart, Victoria Ferrara, Ava Rodrigo-Porter, Elsa Rodrigo-Porter, Kaan Guldur, Indeia Booc, Indiana Ierano, Cayla Sutherland, Tui Vincent, Garth Wood, Yure Covich, Matatia Foa'i, Alan Dukes, Alan Tsibulya, Arka Das, Simona Paparelli, Nico Cortez, Priscilla Doueihy, Nicole Milinkovic, Chayla Korewha, Imaan Hadchiti, Carmen Foon, Clariza Vicente, Kuni Hashimoto, Stephen Hunter, Justin Paul Hitchcock, Nazih Kheir, Tatyana Gillam, Indiana Evans, Samantha Allsop, Olivia Vasquez, Adam Todd, Josh Heuston, David Hambly, Janessa Dufty, Ava Caryofyllis, Chloé Gouneau, Ben Sinclair, Jane Yubin Kim, Dave Cory, Te Kainga O'Te Hinekahu Waititi, Matewa Kiritapu Waititi, Sasha Hemsworth, Aleph Millepied, Amalia Millepied, Rex Bale, Molly Moriarty, Hannah Gray, Luc Barrett, Luca Darda, Bo Chambers, Zali Mae Harrison, Leeton Alan Ingrey, Evan Stanhope, Jessica May Lynne, Jaimee Rose Lynn, Kim Thien Doan, Simone Landers, Sienna Ngeru, Rafael Siemer, Gabriel Siemer, Ronin Fabi, Arias Vang, Corban Ierano, Xander Mouradian, Jacob Yee, Zachary Levi, Ray Stevenson, Tadanobu Asano, Tom Hiddleston, Mostra tutti

Regia: Taika WaititiTaika Waititi
Sceneggiatura/Autore: Taika Waititi, Jennifer Kaytin Robinson
Colonna sonora: Michael Giacchino, Nami Melumad
Fotografia: Barry Idoine
Costumi: Mayes C. Rubeo
Produttore: Todd Hallowell, Kevin Feige, Louis D'Esposito, Victoria Alonso, Chris Hemsworth, Brad Winderbaum, Brian Chapek
Produzione: Usa
Genere: Azione, Commedia, Fantascienza, Fantasy, Supereroi
Durata: 119 minuti

Dove vedere in streaming Thor: Love and Thunder

What we do in Asgard / 25 Dicembre 2022 in Thor: Love and Thunder

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Di questo Thor ne avevo sentite di tutti i colori.
Questo almeno è quello che mi piacerebbe dire ma purtroppo il colore che di solito veniva associato a questa pellicola virava su varie gradazioni di marrone.
Taika Waititi sembra sia diventato meno simpatico a un sacco di gente grazie a questo Thor: Love and Thunder ma io confesso, non riesco a volergli male e anzi, quando sono arrivati i titoli di coda dopo una visione natalizia, con Ronnie James Dio in sottofondo, non ho potuto fare a meno di pensare “Taika ti voglio bene”.
E lo so che la gente vuole il Thor epico dio nordico che maciulla mostri ma, Taika l’ha capito, Thor è un bambinone e va bene così. È il personaggio fico in cui c’immedesimiamo da bambini, che lotta contro il male, vola, è super forte e lancia fulmini. È attraverso gli occhi di un bambino che ci si vuole mostrare tutto, un bambino che gioca a fare l’eroe, con la sua ridicolaggine e il quasi non comprendere qualcosa di complesso. Perché si un bambino magari non lo comprende ma le cose brutte a volte semplicemente sono li davanti a tutti e in un modo o nell’altro bisogna farci i conti. A volte han l’aspetto di un uomo nero che ti porta via dal letto ma poi, scrostando la superficie ti accorgi che l’uomo nero è qualcuno disperato e deluso dall’aver dovuto scontrarsi con la realtà, una realtà in scala di grigi diversa dal mondo a colori in cui si perdono le tue fantasie.
Altre volte la cosa brutta è semplicemente qualcosa che ti divora dentro e sarebbe bello sistemarla con una bacchetta magica o un “genio che esaudisce desideri” ma non è così che le cose funzionano davvero.
E in questo Flashgordon Marveliano mi spiace che tutto sia stato preso così male, al punto che non avremo più un Thor firmato Waititi. Si è visto solo tanto marrone in questo film ma io vedo da un lato un coloratissimo e tonto bene, dall’altro un “male” in bianco e nero, come a ricordarci che è con gli estremi che si scivola nel buio.
Grazie Taika.

Leggi tutto

Terribile… / 11 Settembre 2022 in Thor: Love and Thunder

Mi chiedo che senso abbia la realizzazione di una tale porcheria… e mi chiedo come il cast si sia prestato ad una tale assurdità… Portman, Crowe, Hemsworth, ma quando lo hanno visto proiettato assumendo che il copione non facesse presagire il livello, non si sono sentiti sprofondare? E ci aspetta pure un seguito… davvero non comprendo…

La quarta (classica) avventura in solitaria per Thor / 9 Settembre 2022 in Thor: Love and Thunder

“Thor: Love and Thunder” è il ventinovesimo film del MCU, seconda pellicola uscita quest’anno dopo lo splendido “Doctor Strange nel Multiverso della Follia”.
Già il titolo presenta una novità in quanto al momento Thor è l’unico Avenger ad aver avuto quattro film in solitaria, e non credo che si fermeranno qui.
In questa pellicola, Thor deve affrontare un assassino galattico noto come Gorr il Macellatore di Dei che, dopo aver perso sua figlia e la fede negli Dei, vuole la loro estinzione. Per fare ciò si avvale dell’utilizzo della Necrospada, un’arma potentissima in grado di tenere testa e di più allo Stormbreaker.
Anche questa pellicola ha come regista Taika Waititi, il che comporta una certa somiglianza con il precedente “Thor: Ragnarok” sempre diretto dallo stesso, anche se presenta certe differenze non di poco conto.
La buffonaggine a tratti eccessiva del precedente capitolo non è presente, lasciando spazio invece ad un’ironia più soft che ne consente una visione piacevole, divertente ed appagante.
Anche se a volte l’ironia di Thor è comunque decisamente fuori luogo, a tratti ricorda quel tipo di ironia che caratterizzava il compianto Tony Stark.
Un’altra novità presente è sul fronte della durata della pellicola: abbiamo davanti al momento il più corto film del MCU. La pellicola, che si dipana nei suoi 119 minuti totali, ha nel calderone molto materiale che non viene analizzato tutto dettagliatamente.
Il villain Gorr, interpretato da un sempre bravissimo Christian Bale, letteralmente buca lo schermo e di conseguenza avrei preferito che gli fosse stato dedicato più minutaggio. Il secondo personaggio che avrebbe meritato più spazio è la Potente Thor, che anche lei a tratti sa rubare la scena al Thor stesso grazie allo stile di combattimento che mette in mostra (diciamo grazie anche a Mjolnir).
Nonostante queste imperfezioni, il piano scenografico, il comparto audio e soprattutto visivo è di qualità superiore rispetto al precedente “Ragnarok”.
Le scene d’azione sono moltissime che si susseguono al ritmo del rock, coloratissime e visivamente appaganti, dove stavolta per la prima volta abbiamo uno passaggio dal colore al bianco e nero (quando l’avventura si sposta al Regno delle Ombre) veramente pazzesco.
Anche se l’ironia come già detto è un tratto distintivo dei lavori di Waititi, in questa pellicola vengono trattate tematiche molto delicate, quali la fede, la religione, l’amicizia e soprattutto l’amore. Il film infatti è molto Love, ma anche molto Thunder.
Thor ritornerà (sicuramente) e, forse, non sarà più come prima.

Leggi tutto

21 Luglio 2022 in Thor: Love and Thunder

Era la versione pacchiana del Dottor Strange, con la trama impostata più o meno allo stesso modo, magari con qualche battuta in piu’ (talvolta divertenti, per la verita’). Cambi il mago con il fabbro, fai il film e incassi, ricetta semplice se funziona (e a loro oltreoceano riesce sempre piu’ semplice che a noi in Europa).

Wow!! / 10 Luglio 2022 in Thor: Love and Thunder

Sicuramente il miglior Thor tra i 4 film usciti nell’universo MCU!
Divertente? Moltissimo!
Romantico? Siiii, direi!
Action? Altro hè!
Insomma è davvero LOVE AND THUNDER… e anche risate genuine, non c’è un momento di noia, anche se la trama è abbastanza prevedibile per un film Marvel il film appassiona e diverte.
Un po’ sopra le righe Zeus, un panciuto e bruttissimo Russell Crowe, ma compensa un bravissimo, come sempre, Christan Bale nel ruolo del villain di turno.
Bello bello bello!!!
8/10.

Leggi tutto
inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.