Recensione su The Woman

/ 20116.542 voti

17 maggio 2014

Film decisamente brutto a livello di sceneggiatura, assolutamente piatta e prevedibile, brutto a livello tecnico, dove non c’è davvero nulla che sia degno di nota, dalla regia agli attori, dalle musiche alla fotografia(ho trovato a dir poco irritanti le varie musiche rock di sottofondo che con l’atmosfera horror non ci azzeccano nulla), un film che poteva davvero essere, viste le premesse, terrificante, ma che alla fine non incute per niente timore(e qui mi sembra doveroso aprire una piccola parentesi…al giorno d’oggi si ha, purtroppo, la moda di disgustare e schioccare lo spettatore con scene truculente, non ci sono più quelle atmosfere angoscianti e piene di pathos dei vecchi classici horror, adesso solo scene atte a dare il voltastomaco e basta), ma solo un inarrestabile senso di nausea per i continui strappamenti di budella e di organi vari da parte della belva, che alla fine rappresenta l’unico punto positivo del film, una belva feroce che un tempo era stato un essere umano, una razza di cui lei non vuole più fare parte perché infinitamente peggiore delle belve feroci.
Il suo lato animalesco colpisce molto, la sua ferocia contro gli aguzzini che si definiscono persone civili anche, ma al di là di questa ferocia non c’è nulla, i temi controversi come la violenza sulle donne in ambito familiare e la figura dell’uomo perfetto che in realtà tanto perfetto non è alla fine non sono stati sviluppati a dovere e questo è indubbiamente un gran peccato.
Un film prevedibile e a tratti anche un po’ pretenzioso, che andava sicuramente sviluppato meglio.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext