Recensione su Il vento che accarezza l'erba

/ 20067.6104 voti
Il vento che accarezza l'erba
Regia:

24 Giugno 2013

Nell’Irlanda del 1920, contadini e operai si uniscono per contrastare le forze armate inglesi, sbarcate nell’isola per rivendicare qualsiasi tentativo di indipendenza.

Lo stesso fa Damien, che in procinto di partire per Londra, dopo aver assistito ad un violento episodio in stazione, decide di unirsi nella lotta insieme al fratello Teddy. La vittoria apparente aprirà dei conflitti interni, tra chi è a favore con i risultati ottenuti e chi no.

Ken Loach riapre una ferita non ancora ben rimarginata che ha colpito l’Irlanda del Nord, ma non focalizza l’attenzione sulla lotta armata e ideologica dei gruppi di gente comune che lotta contro un “potere superiore”, ma su cosa spinge un giovane medico a lasciare un futuro certo e pieno di successi, per affiancare il fratello, gli amici e i vicini di casa, in una guerra apparentemente senza speranza, dura e crudele, che piega i deboli sotto le prepotenze degli inglesi. “E’ facile sapere contro chi si combatte. Più difficile è sapere in cosa davvero si crede” raccoglie tutta l’essenza del film, sul ruolo del regista, che si schiera palesemente con la causa irlandese e condanna il comportamento dei suoi connazionali inglesi.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext