The vanishing - Il mistero del faro

/ 20185.215 voti
The vanishing - Il mistero del faro

Film ispirato a eventi realmente accaduti. Scozia, dicembre 1900. Tre uomini raggiungono le Isole Flannan per prendere posto nel locale faro come guardiani. L'equilibrio generale si spezza dopo una tempesta e il rinvenimento di un naufrago e di una misteriosa cassa ai piedi della scogliera dell'isola principale.
Stefania ha scritto questa trama

Titolo Originale: The Vanishing
Attori principali: Gerard ButlerPeter MullanConnor SwindellsSøren MallingÓlafur Darri ÓlafssonGary Lewis, Emma King, Ken Drury, Gary Kane, Roderick Gilkison
Regia: Kristoffer Nyholm
Sceneggiatura/Autore: Celyn Jones, Joe Bone
Colonna sonora: Benjamin Wallfisch
Fotografia: Jørgen Johansson
Costumi: Pam Downe, Ros Marshall
Produttore: Gerard Butler, Andy Evans, Maurice Fadida, Sean Marley, Jason Seagraves, Ade Shannon, Alan Siegel, Mark Strome, Matthew Antoun, Mickey Gooch Jr., D. G. Guyer, Phil Hunt, Celyn Jones, James Lejsek, Brian Oliver, Danielle Robinson, Compton Ross
Produzione: Gran Bretagna
Genere: Drammatico, Thriller
Durata: 108 minuti

Sotto le aspettative. / 28 Luglio 2019 in The vanishing - Il mistero del faro

Poteva avere molto più merito, e l’ingannevole trailer fa da specchietto per le allodole: il film non è male, è ben diretto e ben recitato, ottime ambientazioni e la storia mette molta curiosità.
Purtroppo non essendoci una versione ufficiale dell’accaduto, la sceneggiatura prende una piega tutta sua… e le aspettative calano.
Film da cesta a 2€. Peccato.
Era meglio scegliere tra le tante ipotesi del web di cui dice @Stefania perché questa scelta è molto scadente.
4.

Leggi tutto

Si poteva fare di più / 31 Marzo 2019 in The vanishing - Il mistero del faro

Film che si basa sulla vera storia della sparizione dei tre custodi del faro delle isole Flannan.
La storia è di per sé interessante, coadiuvata da una location desolata e claustrofobica e da un trio d’attori eccellenti(su cui spicca Peter Mullan), il problema è che poi si trasforma in un’escalation di violenza per me disturbante e senza senso, con un finale che definire deludente è poco(ho come l’impressione che il regista non abbia voluto osare per non stravolgere fatti realmente accaduti).
Peccato perché poteva venire fuori qualcosa di eccezionale per me.

Leggi tutto

Il mistero delle Isole Flannan / 26 Febbraio 2019 in The vanishing - Il mistero del faro

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Il film The Vanishing – Il Mistero del Faro prende spunto da una vicenda che ha avuto luogo quasi 120 anni fa, al largo delle coste scozzesi.
Arcipelago delle Isole Flannan, dicembre 1900: tre guardiani del faro inaugurato solo un paio di anni prima scompaiono senza lasciare traccia. Da allora, nessuno è mai riuscito a capire esattamente cosa gli sia accaduto. Nel tentativo di dare una risposta a una sparizione apparentemente immotivata, sono state formulate le ipotesi più varie (il web è pieno di articoli in merito): da un’onda anomala che ha risucchiato nelle gelide acque del nord i tre uomini, fino a un drago marino che li ha divorati.

Il film diretto dal danese Kristoffer Nyholm, alla sua prima regia per il cinema dopo felici esperienze televisive come Taboo e The Killing, propone un’altra via. La sceneggiatura firmata dall’attore Joe Bone, al suo esordio nel ruolo di autore, e del collega Celyn Jones, leggermente più avvezzo alla stesura di script, allontana le teorie alla X-Files, per restare nell’alveo dell’umano (e del disumano).
Quindi, escluso il fattore fantastico, il film si concentra sulla psicologia dei personaggi in gioco: un lupo di mare tormentato (Peter Mullan), un uomo pratico e onesto (Gerard Butler), un giovane un po’ scapestrato e “capriccioso” (Connor Swindells).
Il lavoro di Nyholm è tecnicamente buono, asciutto, senza fronzoli e si fa forte della fotografia livida e terrosa del navigato Jørgen Johansson e della potenza visiva ed evocativa di location naturali incredibili che diventano automaticamente un nuovo personaggio. L’isolamento forzato e l’impossibilità di lasciare l’isola sono legati alla natura dei luoghi e gli uomini che occupano l’isola sembrano obbligati a obbedirle.

Purtroppo, il film ha il fiato un po’ mozzo e non deflagra mai definitivamente.
C’è violenza, rappresentata in maniera molto realistica, c’è l’alienazione psicologica che fa di questo film un thriller psicanalitico potenzialmente valido, ma The Vanishing sembra difettare di qualcosa che lo renda unico, forse di un personaggio (o di un’interpretazione) realmente carismatico/a, di un dettaglio affascinante capace di rendere l’interessante ipotesi narrativa scelta da Nyholm davvero indimenticabile.
In definitiva, un film abbastanza incolore.

Leggi tutto
inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.