Recensione su The Tree of Life

/ 20116.5397 voti

9 marzo 2013

E’ un’esperienza. Totalizzante, sacra, da vivere nel più totale silenzio e nella concentrazione più perfetta. Non è neanche descrivibile a parole quello che senti dentro a fine proiezione. La prima parte e l’ultima ( le sequenze più visivamente toccanti che io abbia mai visto. La nascita dell’universo ha l’effetto di sconvolgere stomaco e mente, tra le migliori nella storia del cinema a mio parere) sono da incorniciare per sempre nella memoria e da rivedere ancora e ancora. La parte centrale del film, meno estrema e più reale, segue la vita della famiglia O’ Brien ed è narrata con una grazia, un’eleganza, un tocco delicatissimo e intimo ( dalla nascita, alla crescita, ai piccoli gesti violenti) difficile da definire. Non c’è neanche bisogno di dire che viaggiamo su livelli altissimi in ogni campo: fotografia perfetta, musiche o suoni della natura che volevo piangere, gestualità e interpretazioni magistrali, riflessioni su riflessioni. E’ qualcosa di più di un film.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext