?>Recensione | The Social Network | Da Oscar

Recensione su The Social Network

/ 20106.9827 voti

Da Oscar / 20 marzo 2011 in The Social Network

Mark Zuckerberg è il creatore di Facebook e su questo ci siamo, ma sapevamo tutti come è nata l’idea? Bene il regista David Fincher ci prova adattando per il grande schermo The Accidental Billionaire, il bestseller di Ben Mezrich, nel quale si racconta l’ascesa al potere di Mark e di come la crescita esponenziale di Facebook abbia presto una piega incredibile tanto da arrivare ad avere più di 500 milioni di utenti in tutto il mondo.
Anche se dallo stesso Zuckerberg sono arrivate molte smentite sulla completa originalità di molte vicende raccontate nel libro e di conseguenza nel film di Fincher, lo spettacolo prodotto ed offerto al pubblico ha superato a pieni voti le aspettative, la storia è stata saggiamente realizzata, tanto da dare il via ad una vera e propria mania di portare al cinema i colossi del web, infatti dopo Facebook ci sono film in realizzazione su Twitter e Google.
Il trio di attori scelti per raccontare Facebook è stato una vera sorpresa, su tutti uno spettacolare Jesse Eisenberg che ha interpretato Zuckerberg ha mostrato un talento innato, finora lo avevamo apprezzato soltanto per commedie e americanate come l’ultimo Benvenuti a Zombieland, invece in questo film evento è stato semplicemente straordinario riuscendo a centrare a pieno il personaggio con pregi e difetti, dando una giusta dimensione al vero spirito NERD in tutta la sua profondità, Andrew Garfield ai più noto come il prossimo Spiderman, è stato una splendida spalla per Jesse, una stella di Hollywood in piena ascesa verso ciò che la Marvel consacrerà nel prossimo futuro, Justin Timberlake oramai maturo per qualsiasi ruolo, centra in pieno lo spirito di Sean Parker (creatore di Napster) raccontando benissimo croce e delizia di un wonder boy del web, fortunatamente nella sua carriera artistica Justin lo copia soltanto nella delizia, riuscendo ad essere una pop star della musica ed un attore in piena affermazione artistica.
Tralasciando la bravura del trio del cast, la trama rende un po di confusione nella prima parte anche perchè alterna momenti presenti con flashback che cercano di raccontare come si è arrivati in tribunale e come un’incredibile amicizia, Zuckerberg-Eduardo finisce ai ferri corti, la seconda parte del film riesce in pieno a recuperare la confusione iniziale ed i due processi affrontati contemporaneamente dai protagonisti nel film e da noi dalla sala risultano più chiari e molto più piacevoli da seguire, la colonna sonora gia dal trailer aveva colto in pieno lo spirito NERD, triste ma geniale, nel film ha dato un altro tocco di classe con pochi spezzoni, ma nei momenti giusti e cardine del film.
In definitiva il team creativo di Facebook e lo stesso Zuckerberg possono ritenersi orgogliosi di questo film, anche se tutto non segue la realtà dei fatti, per due semplici motivi, il primo perchè dopo questo film Facebook avrà ancora più visibilità di quanta ne abbia gia adesso e secondo perchè non è stato fatto un semplice film per fare soldi, ma un vero e proprio film evento che ai prossimi oscar potrebbe dire la sua con molte nomination a proprio favore e questo di sicuro non lo dico soltanto io, concludo consigliando la visione di questo film perchè David Fincher è tornato alla grande sulla scena mondiale con The Social Network, dirigendo un piccolo capolavoro.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext