Recensione su Il rito

/ 20115.6180 voti

16 Ottobre 2012

Non è un Sir Hopkins che fa primavera: non bastano i suoi occhi magnetici e la sua fisicità, per costruire una buona pellicola di genere (un horror, in questo caso) e suddetto film ne è la prova.
Come distaccarsi dalle fondamenta imposte al genere demoniaco da L’esorcista? Mi rendo conto che la sfida è, puntualmente, impari. Ma, allora, perché tentare il Fato e sondare l’abisso? 😉

Lascia un commento