Recensione su The Ring 3

/ 20174.454 voti

Un film del quale non se ne sentiva il bisogno / 21 Marzo 2020 in The Ring 3

Alla fine The Ring è diventata una commerciatala senz’anima in stile Final Destination con personaggi da college odiosi e irritanti. C’era davvero il bisogno di un sequel? Non direi. Si poteva fare un reboot o un remake della serie? Forse, ma con toni più maturi e cupi nello stile di Suspiria di Guadagnino forse. Ma The Ring, un film con un grande soggetto, sembra destinato a subire la stessa sorte di tutti quegli horror americani che alla fine perdono appeal e fascino.

Johnny Galecki l’ho trovato imbarazzante. Sarò onesto, al di fuori del suo personaggio di Leonard in Big Bang Theory non riesco a vederlo d’altra parte. Soprattutto senza occhiali e con i suoi occhi da talpa. Mi dispiace, ma fa perdere credibilità a un film che di per sé era già poco credibile.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext