2014

Anarchia - La notte del giudizio

/ 20146.2182 voti
Anarchia - La notte del giudizio
Anarchia - La notte del giudizio

Una notte all'anno, ogni crimine è legale. Il Governo degli Stati Uniti ha deciso che l'unico rimedio possibile per limitare il sovraffollamento delle carceri è la totale impunità. Tutto ciò che verrà commesso durante questa notte infernale non sarà passibile di giudizio.
Stefania ha scritto questa trama

Titolo Originale: The Purge: Anarchy
Attori principali: Frank Grillo, Carmen Ejogo, Zach Gilford, Kiele Sanchez, Zoë Borde, Justina Machado, John Beasley, Jack Conley, Noel Gugliemi, Castulo Guerra, Michael Kenneth Williams, Edwin Hodge, Lakeith Stanfield, Roberta Valderrama, Nicholas Gonzalez, Niko Nicotera, Judith McConnell, Chad Morgan, Bel Hernandez, Lily Knight, Jasper Cole, Brandon Keener, Wiley B. Oscar, Amy Price-Francis, Vick Sabitjian, Adrian Sparks, Roger Schueller, Matt Lasky, Rowan Alexander, Brad Drake
Regia: James DeMonaco
Sceneggiatura/Autore: James DeMonaco
Colonna sonora: Nathan Whitehead
Fotografia: Jacques Jouffret
Costumi: Hala Bahmet, Kate Samhat
Produttore: Michael Bay, Jason Blum, Andrew Form, Bradley Fuller, Sebastien Lemercier, Jeanette Volturno, Luc Etienne
Produzione: Francia, Usa
Genere: Thriller, Horror
Durata: 104 minuti

Anarchy / 14 Ottobre 2018 in Anarchia - La notte del giudizio

"Anarchia- La notte del giudizio" è un sequel molto più convincente del suo predecessore. La trama è esattamente la stessa: i protagonisti lottano contro il tempo per salvarsi dalla cosiddetta notte dello Sfogo, dove ogni atto illegale, compreso l'omicidio, rimane impunito per le successive dodici ore. Il film è avvincente, pieno di tensione, cruento e... continua a leggere » spietato. Ora sono curioso di vedere il terzo capitolo.

a nation reborn / 11 Marzo 2015 in Anarchia - La notte del giudizio

The purge. letteralmente epurazione. quella a scapito di poveracci e straccioni a vantaggio dei più forti ( i riccastri reazionari ). I tre protagonisti della storia - la famigliola disagiata, la coppietta in crisi e l'ex poliziotto rancoroso - si ritrovano costretti a convivere sotto lo stesso uzi persi nel bel mezzo della città durante le dodici ore... continua a leggere » dello Sfogo. Rispetto al primo capitolo il discorso si fa più politico che di classe, tant'è che se nel primo i poveri erano tutti vittime, qui qualcuno è pure un bel figlio di puttana. In questa odissea distopica la nostra eroina preferita è sicuramente Cali, che rompe le palle dall'inizio alla fine ("Tu sarai la mia spina nel fianco, giusto? dice il bel tenebroso) ma ha anche un gran cuore ed un senso per la giustizia che solo i giovinastri idealisti. La scelta di rendere il film più corale funziona, diventando una sorta di Ombre Rosse in cui l'eterogeneo gruppo deve stringersi a sé non in nome di un nemico esterno ma interno: un altro volto della stessa america. E nel finale c'è tutto il tempo per sfornare tonnellate di politicamente corretto in un film che dovrebbe minare la stessa base della correttezza per colpire nel segno. I buoni si rivelano buoni fino in fondo ed i cattivi la pagano sempre. Niente di particolarmente significativo insomma. La vera cifra stilistica del cinema Hollywoodiano dell'ultima decade che, se da un lato critica le basi delle sue certezza, alla fine le fa affogare tutte in una marea di retorica.

Non male, 6. / 16 Ottobre 2014 in Anarchia - La notte del giudizio

Leggermente inferiore al precedente, stavolta la storia non si svolge al chiuso, ma sulle strade. Purtroppo si perde un po' quell'angoscia claustrofobica del primo, ma anche qui si sta in ansi. Discretamente diretto, recitato cosi cosi... merita una guardatina per chi apprezza il genere. Nel complesso un po' prevedibile, come anche il finale... ma un 6 se... continua a leggere » lo merita.