Recensione su The Phone Call

/ 20137.03 voti

Prova d’attrice / 10 Febbraio 2017 in The Phone Call

Una scrivania, una sedia ed una cornetta. Tutto qui. E la scena per una perfetta prova d’attrice è apparecchiata. Ciò che esula da questi pochi elementi è puramente superfluo.
L’attrice in questione è la londinese Sally Hawkins, scoperta nel 2002 da Mike Leigh, che ne fece in seguito la raggiante Poppy di Happy go lucky, ruolo che valse alla Hawkins il Golden Globe nel 2009. Nel 2014, l’anno prima del trionfo di questo corto alla Notte degli Oscar, l’attrice aveva già calcato il red carpet per la sua partecipazione in Blue Jasmine di Allen, nel quale interpretava la frugale sorella della protagonista .
Questa breve opera di Mat Kirkby si regge in fondo tutta sulla perfomance dell’ istrionica attrice, non riuscendo l’assemblage strappalacrime a convincere fino in fondo. Particolarmente deludente il finale, anche nella scelta musicale.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext