Recensione su Oxford Murders - Teorema di un delitto

/ 20085.987 voti

23 Febbraio 2011

Mi è piaciuto.
Uno studente (Frodo Baggings ;)) arriva a Oxford per completare la sua tesi sotto la giuda di un professore di logica e matematica molto bizzarro e celebre (il Magneto di X-Men).
Le loro vite sono però messe a soqquadro da un assassino, che li sfida a colpi di logica e di serie matematiche: ovviamente niente è come sembra e le riflessioni sulla realtà e sulla Verità si sprecano…
Non darei a queste riflessioni la valenza di pensieri filosofici.. sono solo dei pretesti per far stare in piedi il film. Però il tutto è un film thriller noir gradevole e con finale “abbastanza” inaspettato.
(cioè, io immaginavo che sarebbe finita così, ma il come e il perchè mi sfuggivano…)

3 commenti

  1. mpuggia / 6 Maggio 2011

    Solo una piccola correzione, il professore di logica e matematica è John Hurt che ha interpretato Hellboy. Il Magneto di X-Men è Ian McKellen (Gandalf del Signore degli Anelli). Ciao

  2. lotusflower / 10 Maggio 2012

    John Hurt ha interpretato, fra l’altro, anche “The elephant man” di Lynch.

  3. janpy / 13 Febbraio 2014

    Oltre ad Adam Sutler, antagonista di V in V per vendetta.
    Curioso infatti che qui si travesta da Guy Fawkes.
    (A dirla tutta, ha interpretato anche Winston Smith, in 1984)

Lascia un commento

jfb_p_buttontext