The Other Side of the Door

/ 20165.428 voti
The Other Side of the Door

Dopo che suo figlio è morto in un tragico incidente, una donna è ossessionata dall'idea di poter salutare un'ultima volta il bambino e mette in atto un rituale per riportarlo in vita per un breve attimo. Così facendo, la donna squilibra in maniera devastante il rapporto tra il mondo dei vivi e quello dei morti.
Stefania ha scritto questa trama

Titolo Originale: The Other Side of the Door
Attori principali: Sarah Wayne CalliesSarah Wayne CalliesJeremy SistoJeremy SistoSofia RosinskySofia RosinskyLogan CreranLogan CreranJax MalcolmJax MalcolmSuchitra Pillai, Javier Botet

Regia: Johannes RobertsJohannes Roberts
Sceneggiatura/Autore: Johannes Roberts, Ernest Riera
Colonna sonora: Joseph Bishara
Fotografia: Maxime Alexandre
Costumi: Divvya Gambhir, Nidhi Gambhir
Produzione: Gran Bretagna, India
Genere: Horror
Durata: 96 minuti

Dove vedere in streaming The Other Side of the Door

Un nuovo Pet Sematary / 24 Novembre 2018 in The Other Side of the Door

Film in cui si sente il forte richiamo a “Cimitero vivente”(ma senza il suo potere emotivo), un horror che annoia, dove i momenti di paura sono abbastanza telefonati, la tensione è pochissima e la storia come scritto sopra fin troppo prestabilita.
Può essere visto ma non va oltre la mediocrità per me.

Ennesima porta da non aprire / 20 Gennaio 2017 in The Other Side of the Door

Tolta l’ambientazione esotica, anche se dell’India si vede molto poco in realtà, di originale c’è poco.
Solita famiglia spezzata da un dramma e distrutta dal tentativo di rimediarvi.
Gli sciamani e il “guardia di porta” sono pittoreschi, anche se la seconda sembra un misto (ben riuscito) tra Kayako di Ju-on, un Angelo Piangente e gli spiriti dell’Arca dell’Alleanza.
Finale tipico, si spera non premonitore di seguiti.

Leggi tutto

Robaccia… 4 / 22 Dicembre 2016 in The Other Side of the Door

“Mi raccomando, qualsiasi cosa accada, non aprire quella porta!!!”
E Lei che fa?! La apre. Ovvio.
Sennò sarebbe stato un film di un quarto d’ora… e cosi aprendo la porta lei ….bla bla bla…..Ormai gli horror non sono più quelli di un certo stampo, ci provano ma escono sempre con queste mezze cagatine di serie B.
L’horror non è un genere di film in cui misurare bravura degli attori, sceneggiatura o altre aspetti cinematografici: l’horror deve fare paura. Ha solo quello scopo. Ecco perchè questo di horror ha giusto la copertina. Basta!
E poi lo devo dire: la Sara Tancredi di “Prison Break” non è un granchè come attrice, come anche gli altri del resto. Gli unici un pò più decenti sono il bambino fantasma e la sua sorellina!
4.

Leggi tutto

appena sufficiente / 1 Novembre 2016 in The Other Side of the Door

Niente di che… nella mia personale classifica arriva a 6 solo perchè ha un pizzico di originalità in più rispetto ai soliti film a cui siamo abituati …

inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.