Recensione su Lo schiaccianoci e i quattro regni

/ 20185.649 voti

Il voto sarebbe un 6.5 / 11 Luglio 2019 in Lo schiaccianoci e i quattro regni

Discreto film Disney ispirato al racconto “Schiaccianoci e il re dei topi” di Hoffmann e al balletto “Lo schiaccianoci” di Cjakowski.
Inizio vagamente simile ad Alice nel paese delle meraviglie; Claire (Mackenzie Foy già vista in Twilight, era la figlia di Belle ed Edward, e in Interstellar) è una ragazzina sveglia appassionata di invenzioni che però ha appena perso la madre. Il padre è un po’ distante (come atteggiamenti) e Claire si sta allontanando da lui. La vigilia di Natale riceve uno strano regalo dalla madre e seguendo un misterioso filo (il suo Bianconiglio) a casa del padrino Drosselmeyer (Morgan Freeman) giungerà in uno strano mondo.
Buon inizio e interessante fino a metà dove rallenta un po’ il ritmo per farci scoprire i quattro regni del titolo: il Regno dei dolci governato da Fata Confetto (Keira Knightley), il regno dei fiori di Biancospino, il regno dei Fiocchi di Neve di Brivido. Il quarto regno era quello dei Divertimenti ma la reggente, Madre Cicogna (Helen Mirren), dopo essersi ribellata agli altri tre, è stata esiliata e il regno è diventato semplicemente “Il quarto regno”.
Nella seconda parte riprende ritmo con qualche sorpresa; forse si poteva approfondire maggiormente come questo “Mondo parallelo” è stato creato ma nel complesso il film è godibile a parte la voce di Fata Confetto è leggermente acuta e fastidiosa (smielata, forse proprio in accordo al personaggio). Fantastico Topolastro.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext