Recensione su The Next Three Days

/ 20106.6189 voti

6.5 / 10 aprile 2013 in The Next Three Days

Un film per una serata a casa..giusto se non c’è di meglio da vedere. Definizione più che azzeccata.
The next three days è un film ben realizzato, condotto da una buona regia, interpretato da un buon protagonista (sono un fan di Crowe) ma…che bisogno ce n’era?
L’originale francese da cui è tratto (Anything dor her) è molto bello, estremamente moderno e intenso (Vincent Lindon è adattissimo alla parte e Diane Kruger è molto meglio di Elizabeth Banks).
Il remake americano non è di bassa qualità ma non era necessario. Che poi dovesse essere Haggis a dirigerlo è un bene e un male al contempo: bene, perchè il livello qualitativo rimane alto. Male, perchè un regista e sceneggiatore come lui non avrebbe potuto trovare un soggetto originale?
Ad ogni modo, il film è intrigante ed è un thriller che vede al centro del ciclone l’uomo comune. Questo aumenta interesse e, solo per certi aspetti, realismo.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext