Recensione su The Neon Demon

/ 20166.5195 voti

Disturbante, surreale, onirico, visionario. / 3 febbraio 2017 in The Neon Demon

Refn è così, o lo ami o lo odi, io lo amo.
A fine visione sono rimasto fermo per un po’, quasi paralizzato, era diverso tempo che non mi capitava.
Refn svolta, qua la trama è esile, il mondo della moda, i corpi femminili, il regista danese si prende un grande rischio.
Le immagini sono direttamente proporzionali alla superficialità di questa società in cui entra la protagonista, perchè questo è l’unico modo in cui si può rappresentare, almeno x Refn.
Le musiche algide e potentissime di Cliff Martinez, perfettamente speculari alle immagini, certi momenti sembrano quasi allucinogeni.
“The Neon Demon” è un’esperienza visiva (e sonora) in cui immergersi, una tensione perenne, una disturbante parte finale.
Colpito dalla bellezza e dalla bravura delle protagoniste, in particolare Abbey Lee.
Non è un film x tutti, la critica si è divisa, diversi fischi alla proiezione a Cannes, il pubblico non l’ha premiato, flop al botteghino.
Personalmente nella mia “Top 3” del 2016.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext